Rss, questi sconosciuti  0

Anche noi li usiamo, lo sapevate?

Tutti i più moderni browser (Safari, Firefox, Opera...dimenticavo l'imminente Internet Explorer 7) supportano direttamente questa caratteristica all'interno della finestra, ma in generale preferisco un programma apposito per gestirli, in quanto più potente e personalizzabile.
Per il mio amore, Mac OS X, vi consiglio NetNewsWire Lite, completamente gratuito, personalizzabile e veloce. Per il mio amante, Linux, c'è Liferea, snello e chiaro, per mia suocera Windows, infine, potreste voler scegliere FeedReader.

Da dove cominciare quindi? Dal nostro feed ovviamente, per essere aggiornati su tutte le news e gli articoli che pubblichiamo quotidianamente.
Segnatevi questo indirizzo, o cliccateci sopra una volta installato il programma o il browser compatibile: http://www.multiplayer.it/rss_news.xml

Buona aggregazione!

l mondo dell'informazione, professionale, amatoriale o quello che sia, è cambiato parecchio in questi ultimi anni, merito ovviamente del boom di Internet. Qualche effetto negativo c'è sicuramente stato (non è sempre facile scremare le notizie attendibili da pure e semplici voci di corridoio, o peggio ancora da informazioni inventate di sana pianta) ma in generale il popolo internettiano ha permesso di raggiungere la tanto agognata libertà di parola, difficile da mettere a tacere, e con punti di vista provenienti da ogni angolazione.

A supporto di questa tendenza tanti sono gli strumenti che sono stati creati, e mentre fa capolino il Web 2, diverse tecnologie migliorano la vita di chi scrive (CMS, Blog, motori avanzati in php come il nostro, ad esempio) e di chi legge. Dite la verità, la navigazione su internet tra i numerosi siti dai disparati generi, è sempre più paragonabile ad un lavoro in termini di tempo, e si fa fatica a stare dietro a tutti gli aggiornamenti che propone ogni realtà che visitiamo.

In nostro soccorso, come diversi di voi saranno già a conoscenza, vengono i cosiddetti aggregatori di news, o RSS Feed. Cosa sono? Riporto da Wikipedia, l'Enciclopedia Libera:

RSS fu lanciato per la prima volta da Netscape. Si trattava di un formato derivato da RDF (un linguaggio generico per rappresentare informazioni su Web) per la gestione dei contenuti del portale My Netscape Network: il formato permetteva la visualizzazione sul portale di headline e link relativi a notizie pubblicate su altri siti e rese disponibili attenendosi a specifiche ben precise. Fu subito un grande successo: in breve, centinaia di fornitori di contenuti aderirono all'iniziativa e il portale My Netscape poté beneficiare di una vasta raccolta di notizie a disposizione dei propri utenti registrati. Nel frattempo, lo stesso formato (e le sue variazioni successive) fu adottato progressivamente dalla comunità dei blogger: i post di un blog potevano essere facilmente esportati in RSS, in modo da essere resi disponibili a servizi di raccolta di contenuti. La popolarità dei blog è forse una delle ragioni principali del successo di RSS: migliaia di weblog iniziarono a produrre contenuti in RSS e iniziarono a proliferare siti che raccoglievano una selezione di post dai blog più seguiti (i cosiddetti blog aggregator) e programmi per fruire i contenuti di un blog direttamente sul proprio desktop o su altri dispositivi (RSS reader). Oggi RSS è lo standard de facto per l'esportazione di contenuti Web. I principali siti di informazione, i quotidiani online, i fornitori di contenuti, i blog più popolari: tutti sembrano aver adottato il formato RSS. Gli utenti possono oggi accedere a migliaia di feed RSS: alcuni siti (directory) raccolgono i riferimenti agli innumerevoli feed RSS disponibili sul Web.