The Getaway  0

Team Soho è alle prese con un progetto che definire ambizioso è riduttivo. Un action game con lo scopo di diventare una vera e propria KA per il monolite nero. Staremo a vedere.

Dov’è andata la mia bambina?

La trama del gioco è apparsa molto avvincente. Infatti il personaggio principale è un uomo di nome Mark Hammond, ex rapinatore-scassinatore-malavitoso che, appena uscito dalla prigione, decide di darsi alla vita tranquilla e di rigare dritto. Il problema nasce quando il suo vecchio boss, tale Charlie Jolson, rapisce la figlia del nostro eroe con lo scopo di farlo ritornare nel vecchio giro. Bella storia, vero? Ma non è finita. Il nostro alter ego virtuale dovrà fare di tutto per riprendersi il suo amato pargolo e per friggere il suo nemico, non importa quale siano i mezzi usati e se siano leciti o meno… L’importante è riavere indietro la piccola bambina. Per fare ciò Mark sarà aiutato da un ex agente della polizia chiamato Frank Carter (non quello della “Vendetta di Carter”) il quale darebbe tutto per riavere ancora di più…Ehm! Il quale darebbe tutto per vedere morto il tanto ricercato boss malavitoso. Come se il rapimento della figlia non bastasse, Mark ha visto anche morire la sua amata donna sempre per mano dell’organizzazione in cui lavorava. Se questi non sono giusti motivi per una vendetta…

Su e giù per le strade di London

Poco ci è dato sapere riguardo la struttura del titolo SCEE. Sappiamo che si tratta di un action game con atmosfere noir (alla Jin e Fizz di Zelig o giù di li) e condito con inseguimenti automobilistici all’ultima sgommata. Il gioco è diviso in 24 missioni (12 per personaggio) in cui si dovranno commettere le azioni e le peripezie più spericolate per raggiungere lo scopo finale dei due protagonisti. Durante lo svolgimento della trama, poi, le vicende di Mark e di Frank si intrecciano (un po’ come succede in “Resident Evil 2”). Purtroppo gli sviluppatori sono stati avari di notizie tanto da non aver presentato mai una demo giocabile del proprio prodotto. Per fortuna siamo sicuri dell’amore (?) e della cura riposta nel suo sviluppo. Infatti sappiate che ben settanta km quadrati della Londra odierna sono stati riprodotti fedelmente sul piccolo schermo. Non farete fatica a riconoscere alcuni dei più importanti e famosi posti e monumenti della capitale inglese come Kensington Place, The Tower of London, The Big Ben ecc. Anche le automobili virtuali godono di un’abbondante varietà ammontando a circa cinquanta esemplari differenti e tutti reali! A detta degli sviluppatori si è cercato di ricreare il più fedelmente possibile lo scorrere della vita quotidiana di una grande città. Un gioco in cui si sentono i rumori urbani, il vociare dei passanti, l’inquinamento acustico e via dicendo (forse per giocarci sarà necessaria una mascherina anti-smog…) . Inoltre ci sono alcuni aspetti molto rilevanti riguardanti gli algoritmi comportamentali del gioco. Per fare un esempio se, a causa di un incidente stradale, si distruggono degli elementi del paesaggio (edifici, piccole strutture ecc.) dopo qualche ora (nel gioco) sul luogo del sinistro si potranno scorgere i lavori per la loro ricostruzione. Tutto ciò è a dir poco sorprendente. Speriamo che ci siano altre novità come questa nella versione finale. Per quanto riguarda l’aspetto estetico ci troviamo su livelli abbastanza elevati, considerando l’eccezionale mole di poligoni gestiti dall’engine grafico. Ma basta dare uno sguardo alle immagini per scorgere l’elevatissimo numero di particolari sullo schermo (insegne, finestre, auto, fermate dei bus e altri dettagli urbani) che rendono giustizia alla bellezza della sempre grigia e suggestiva città di Londra.

L’eterno rimandato

The Getaway” è un titolo che sarebbe già dovuto uscire alcuni mesi or sono. Fatto sta che non uno ma molteplici ritardi hanno fatto slittare la release date di questo interessante gioco. Tante le possibili cause di tali rimandi sui quali il team di sviluppo non ha fatto trapelare nulla. A parte ciò è doveroso sottolineare come questo sia uno di quei prodotti che promette davvero bene vuoi per l’intrinseca qualità tecnica, vuoi per l’avvincente trama su cui fa leva. Un prodotto che sembra molto originale confronto al solito processo di clonazione a cui si assiste sempre più nel panorama videoludico. Speriamo che la versione definitiva porti una ventata d’aria fresca a noi giovani “malavitosi virtuali” che tanto amiamo le missioni alla “GTA3” (mitico l’agguato a Don Salvatore) et similia. Da tenere d’occhio! A Maggio/Aprile (ahimè) sulla vostra Playstation 2! Ovviamente Joypad.it non mancherà all’appuntamento.

Una Londra dai toni grigi

Il Team Soho, nota casa sviluppatrice interna a SCEE, è impegnato in questo interessante progetto che va avanti da un anno e mezzo circa. Come mai tanto lavoro, direte voi? Il fatto è semplice. Basta dare un’occhiatina veloce alle foto ed ai filmati del gioco per rendersi subito conto di ciò che si ha (anzi, che si avrà) tra le mani. Infatti i programmatori stanno riponendo tutti i loro sforzi e la loro maniacale cura nella realizzazione di questo “The Getaway”, gioco d’azione dedicato ad una parte “alternativa” della tranquilla e spassosa vita londinese…