The Sims OnlineTSO - Diario di un Simmer - Seconda Parte 

Dopo l' introduzione di qualche giorno fa, continua il Diario del Simmer, scritto dalle sapienti mani del nostro esperto Paolo Bernardi che anche oggi racconterà, solo per noi, le sue prime esperienze con l'attesissimo nuovo MMOG della Maxis: The Sims Online .
Non siete curiosi di sapere come si sta delineando quello che si prospetta il gioco OnLine del prossimo anno? Il secondo capitolo del nostro personalissimo Diario è proprio qui per questo!

TSO - Diario di un Simmer - Seconda Parte TSO - Diario di un Simmer - Seconda Parte

Cercasi pezzo di terra

La città/server di The Sims Online è molto vasta, e ampissime zone (praticamente tutta la mappa) è riservata a chiunque voglia acquistare un pezzo di terra per poi edificare la propria costruzione, che sia una casetta, o un discoteca o qualsiasi altra cosa non fa alcuna differenza. La modalità di acquisto è molto semplice ed intuitiva, si "zooma" sulla mappa, si clicca la zona d'interesse e ci si sofferma con il puntatore affinché questi ci sveli, con l'opportuno rettangolo in sovraimpressione, il prezzo.
Questo varia da zona in zona, di norma parte con un prezzo minimo di 2.500 Simleons (la valuta dei Sims) fino ad aumentare, gli appezzamenti più costosi, di solito, sono quelli in riva al mare oppure su di un'isola, quelli nell'entroterra, soprattutto in zone montuose, sono notevolmente deprezzate. Il mio alter-ego digitale, Pab, insieme alla combriccola da poco formatasi acquista un pezzo di terra, o, sarebbe più corretto dire, di spiaggia, con vicino perciò il mare: non badiamo naturalmente a spese, abbiamo unito proprio per questo le nostre risorse finanziarie per non avere di questi problemi!
Ci ritroviamo catapultati sul terreno appena acquistato: c'è da costruire parecchio, ci diciamo. Mi faccio subito avanti, anzi, indietro, dicendo agli altri che non sono per niente bravo in questo genere di cose, fortunamente c'è qualcuno capace e si procede spediti. Quello che balza all'occhio è sicuramente la vastità di opzioni messe a disposizione per la costruzione, ad occhio sembrano nettamente superiori a quelle offerte dal primo capitolo The Sims, si passa dagli archi per abbellire alla carta da parati da affiggere alle pareti, via via passando per la pavimentazione ed il giardino. Non ci facciamo sfuggire quest'opportunità e cerchiamo di costruire qualcosa di gradevole, ci riusciremo?

TSO - Diario di un Simmer - Seconda Parte TSO - Diario di un Simmer - Seconda Parte

La casa è ok... ma è vuota

D'accordo, l'edificio, architettonicamente parlando è perfetto, è costruito ed imponente come non mai ci osserva soddisfatto ma.. ehm è vuoto. Sì esatto, è vuoto, va arredato in modo opportuno, dedicandogli uno spazio, o, magari, un piano, all'attività che ci accingeremo ad affrontare per guadagnare da vivere, mentre un altro per la nostra quotidianità. Ci diamo tutti un gran da fare, compra di lì, sposta di là e finalmente riusciamo, non senza mille difficoltà e peripezie, a raggiungere un buon compromesso.
Anche qui, come in precedenza, il numero di oggetti messi a disposizione è veramente enorme, oltre mille, proprio perché racchiude tutti quelli già inclusi nelle precedenti espansioni aggiungendone, ovviamente, di propri. La mega scacchiera con i pedoni umani (cioè noi) è stato in un primo momento al centro assoluto dell'attenzione, avendoci questa offerto parecchio tempo di sano divertimento, forse un po' stupidamente, ma di certo divertente tanto che, in un primo momento, ci aveva fatto distogliare gli occhi dalla nostra prima responsabilità, quella di arredare degnamente l'abitazione.
Un aspetto da sottolineare è il fatto che ogni oggetto è associato a quel dato personaggio che lo ha comprato. Solo lui può decidere di (s) venderlo o eliminarlo, mentre gli altri coinquilini, se vorranno, potranno, naturalmente, spostarlo in qualsiasi angolo della casa. Ciò, a prima vista, può sembrare banale o, peggio, inutile, ma quando faremo i conti con i nostri fondi finanziari sarà importante calcolare anche tutto quello di nostra proprietà, oggetti compresi.
L'edificio è arredato e pronto all'uso, mancherà quasi sicuramente qualcosa, questo è poco ma sicuro, ora ci tocca farla conoscere anche agli altri per farlo diventare un pochetto conosciuto e frequentato, sarà difficile?

TSO - Diario di un Simmer - Seconda Parte TSO - Diario di un Simmer - Seconda Parte

Concludiamo?

Ed ora è arrivato il momento di concludere anche questo secondo articolo: non finirò mai di ripetere che questo che avete appena letto non è una recensione, né tantomeno un'anteprima, per quelle, editore permettendo, c'è ancora tempo, ma un semplice estratto di un'escursione, raccontata con poche parole e tralasciando inevitabilmente qualcosa, a The Sims Online.
Questo gioco, sebbene sia ancora una beta, risulta ottimamente realizzato e, come un po' tutte le produzioni Maxis fin da SimCity Classic, fa trasparire, senza nascondere alcunché, tutta l'attenzione dimostrata dai programmatori e game designer. TSO, per essere apprezzato maggiormente, richiede un pizzico di buona volontà e, ovviamente, di apertura per conoscere nuova gente, ma si sa, l'uomo, da quando è nato, è atto a socializzare con le persone che gli circondano, ed è su questo che fa leva The Sims Online, ed è per questo che non può non essere apprezzato almeno un minimo da chiunque, da quello che accende il pc solo per spedire un'email fino ad arrivare al giocatore incallito di Quake ed UT.
Ecco fatto, la seconda tappa è stata portata termine, alla prossima per scroprire nuovi dettagli e spunti direttamente dal mondo di The Sims Online!

TSO - Diario di un Simmer - Seconda Parte TSO - Diario di un Simmer - Seconda Parte

Welcome to the "real" world - Dove eravamo rimasti?

Eccoci ritornati al nostro secondo appuntamento su queste pagine riguardante il beta test di The Sims Online: per chi si fosse fatto scappare il primo articolo, il consiglio è quello di andarlo a leggere di corsa, mentre per i meno attenti rammento che The Sims Online, come si può dedurre dal nome, è un gioco totalmente online, meglio definito con il termine di MMOG o, come preferite, MMORPG. TSO (The Sims Online, come qualcuno mi ha fatto notare) si preannuncia allo stesso modo del prequel (leggi The Sims) campione di vendite, ma che molti, a buon ragione, mettono in dubbio proprio per il canone mensile che, quasi sicuramente, sarà necessario per poter giocare sui server ufficiali di gioco.
Non voglio in questa sede analizzare questo aspetto o dilugarmi se è equo o meno pagare questi tipi di servizi... ma solamente informare chi non lo era. Ed ora ritorniamo al prode Pab, che ci aveva lasciato chiacchierando con i suoi futuri coinquilini, appena conosciuti in un locale, sull'acquisto di una casa e su di un'attività da svolgere per sopravvivere :)

TI POTREBBE INTERESSARE