Warcraft III: Reign of ChaosWar of the Ring 

Un nuovo gioco basato sulla trilogia del Signore degli Anelli, uno strategico in tempo reale che sembra pesantemente ispirato a Warcraft III. In questo articolo vengono posti a confronto Warcraft III e War of the Ring, per sottolineare ogni tipo di analogia e somiglianza...

War of the Ring War of the Ring

Per il Ré! Dabu! Loktar!

Di sicuro ricordate queste frasi celebri pronunciate dalle splendide unità di WIII, e molto probabilmente avrete capito il motivo di questo articolo.
Semplicemente ho focalizzato la mia attenzione sul nuovo titolo della Liquid. Come mai sin dai primi fotogrammi di Wotr si nota evidentemente una così grande somiglianza tra i due titoli?
Cercherò di evidenziare ogni analogia tra il capolavoro Blizzard ed il nuovo nato di casa Liquid.
Per prima cosa, potrei avanzare l’ipotesi che sia stato copiato audacemente, in modo da ottenere un successo pari a WIII. Stessa caratterizzazione delle unità, medesimo sistema di combattimento; tutte queste somiglianze lasciano trasparire il tipico detto “Squadra che vince non si cambia”, a tal punto da dover riprodurre pari pari l’altro grande titolo. Il motore che muove Wotr è stato realizzato interamente da Liquid (sulla base di quello del loro Battle Realms), ma in più di un'occasione si può tranquillamente parlare di forte ispirazione.
La mia ipotesi potrebbe rivelarsi errata? Voi potreste dire che l’utilizzo di un motore grafico analogo creerebbe un titolo pressoché identico… ciò è errato, quanti titoli abbiamo assaporato grazie al motore di Unreal? E quello di Quake III? Tutti questi titoli non presentavano numerose similitudini, che pur si presentano qui, anche con un motore dichiarato diverso. Parlando quindi di analogie, inizio a focalizzare la mia attenzione sul lato grafico di Wotr…

War of the Ring War of the Ring

Il motore del successo…

Come ho già sopraccitato, Warcraft III e War Of The Ring utilizzano motori grafici diversi, ma mettendo a confronto i due giochi è impossibile non pensare alle numerose analogie. Sicuramente, davanti al successo del titolo di casa Blizzard i ragazzi di Liquid sono stati colti da spirito di emulazione, probabilmente nel tentativo di cogliere i lati positivi di Warcraft III.
Sin dalle prime immagini di Wotr , si può notare una somiglianza impressionante col titolo Blizzard: la schermata principale mostra un drappello di orchi in assetto da battaglia, riprodotti con cura e dettaglio impeccabile, ma che seguono lo stesso modello impiegato per le unità di WIII.
A causa di questo fatto, le unità di Wotr presentano le sembianze, i movimenti e le stesse colorazioni delle unità di WIII.
I livelli di gioco, diversamente dalle unità, non sono stati copiati palesemente. Le mappe che ho potuto provare non sono così simili. In Warcraft III, le mappe possiedono una caratterizzazione fumettistica e d’animazione americana, mentre in Wotr è stata optata una rappresentazione più realistica. Questa differenza è davvero notevole, mentre in Warcraft siamo abituati a combattere in foreste e lande desolate dai colori vividi e lucidi, Wotr presenta il suo campo di battaglia in mezzo a foreste fitte e paludose, riprodotte utilizzando texture colorate realisticamente.
Inoltre si nota un vigoroso miglioramento sul lato grafico e sulla complessità delle texture. L'impatto visivo fornito dal titolo Liquid è più realistico, dettagliato e meno vicino al fumetto.
Oltre alle differenze dal punto di vista grafico, anche le mappe presentano una dinamicità diversa: per farvi un esempio, sarà possibile nascondersi dietro ad alcuni alberi, oppure muoversi a carponi in mezzo all’erba alta. Il sistema di gioco è ripreso passo passo da WIII; le unità possiedono delle abilità speciali, come per esempio Legolas che può tirare una freccia stordente, o Ghimli che possiede la capacità speciale di sferrare un portentoso colpo sul terreno. (ricordate l’eroe Nano degli umani?)
Tirando le somme, l’impressione che si ottiene giocando a Wotr non è male, lascia però un po’ perplessi la quantità di dettagli e sfaccettature copiate dal capolavoro Blizzard. Nonostante la dichiarazione da parte di Liquid dell'utilizzo di un motore proprietario, giocando per ore si ha la sensazione di vedere un restyle in versione realistica e seriosa di Warcraft III.
Lascio quindi l’ardua sentenza alla recensione completa.

War of the Ring War of the Ring
War of the Ring War of the Ring
War of the Ring War of the Ring

War of the ring..

Dopo il grande successo ottenuto dalla trasposizione cinematografica del romanzo “Il Signore degli Anelli”, numerose case produttrici hanno deciso di dar vita a diversi titoli, per pc o console, ambientati nel vasto mondo descritto nel romanzo di J.R. Tolkien.
Questo “War of the Ring” è l’ennesimo titolo ispirato alla serie, ma questa volta non si tratta di un’avventura RPG/Adventure bensì di un vero e proprio strategico in tempo reale.
Gli ideatori di Wotr (come lo chiamerò ora) hanno deciso di creare un titolo ispirato alla serie, ma di genere completamente differente dai molteplici titoli nati appunto dall’opera cinematografica; nasce così uno strategico davvero interessante che ricalca la storia del romanzo ma, oltre alla storia, è palese l’ispirazione al capolavoro Blizzard, Warcraft III.
Perché sono così similari i due titoli? Semplice, in Wotr è stato utilizzato il medesimo motore grafico creato ed utilizzato proprio per WIII. La scelta non è poi così sbagliata, WIII è uscito vincitore contro qualsiasi altro strategico in tempo reale uscito negli ultimi tempi, dotato di un motore semplice e accattivante quanto versatile.

TI POTREBBE INTERESSARE