Xbox Live, il gioco online riparte da Microsoft  0

14 marzo 2003, Xbox compie un anno in Europa. E per festeggiare degnamente l'evento Microsoft ha deciso di lanciare proprio oggi Xbox Live, il suo servizio di gioco in rete a banda larga che promette di rivoluzionare il modo stesso di concepire l'online gaming su console.

Partner Xbox Live

Microsoft ha scelto tra gli altri Telecom Italia quale partner per Xbox Live. L'operatore di servizi tecnologici più diffuso sul territorio nazionale è quindi il provider consigliato per giocare online con le vostre console. Tra le numerose offerte ADSL proposte da Alice e Tin.it potrete trovare la soluzione che più vi aggrada, potendo inoltre contare su uno sconto di 75€ garantito dal governo italiano sottoforma di contributo per l'attivazione di una nuova linea a banda larga.

Come collegarsi

Xbox Live è broadband only, quindi chi ancora non ha provveduto ad installare una linea ADSL nella propria abitazione sarà costretto a rivolgersi ai provider partner di Microsoft per il gioco online oppure ad altri operatori. La velocità della connessione non è determinante, essendo più che sufficiente anche una semplice linea a 256kb/s, a patto che disponga di un ping accettabile. Il collegamento ad ADSL può essenzialmente avvenire in tre modi differenti. In prima linea vi è il sistema di connessione da noi utilizzato, che prevede l’utilizzo di un modem ethernet collegato direttamente alla console tramite cavo crossed. Se invece già disponete di un computer collegato ad ADSL potrete condividere la connessione tra PC e Xbox grazie ad un collegamento ethernet tra le due piattaforme, oppure ricorrere ad un router, hardware in grado di gestire più connessioni contemporaneamente. In tutti e tre i casi, risulta comunque piuttosto semplice venire a capo della configurazione. In caso di necessità, è comunque possibile consultare il sito ufficiale italiano di Xbox Live oppure contattare telefonicamente il servizio di assistenza.

Starter Kit

Lo starter kit di Xbox Live è venduto ad un prezzo di 59.99€. Al suo interno troverete il Communicator, indispenzabile per usufruire delle delle funzioni vocali dei giochi Xbox, ed un disco contenente sia il software di installazione del servizio, sia i demo giocabili di Moto GP e Whacked. La validità dell'abbonamento abbinato allo starter kit è di 12 mesi. Ricordiamo che per potersi abbonare a Xbox Live è inoltre necessario disporre di una carta di credito, senza la quale non sarà possibile iscriversi al servizio.

Installazione

Una volta acquistato lo starter kit nel vostro negozio di fiducia, l’installazione Xbox Live si concretizzerà nel giro di pochi minuti. Installato il software contenuto nel disco, il passo successivo sarà rivolto al settaggio delle impostazioni per la connessione (username e password del provider ADSL) e alla creazione del profilo utente. Per portare a termine quest’ultima operazione, sarà necessario sia inserire il codice seriale abbinato alla confezione del kit, sia digitare il numero di una carta di credito abilitata ai circuiti internazionali Visa o Mastercard. Successivamente si procederà alla creazione dal GamerTag, il nickname che una volta fissato non ci abbandonerà più in futuro. Conclusa la procedura di registrazione, il vostro debutto nella grande rete di Xbox Live diverrà realtà in pochi istanti e avrete subito la possibilità di fare la conoscenza con il gioco online e con le funzioni vocali del Communicator grazie ai demo di MotoGp e di Whacked! inclusi nel disco di installazione. Se invece disponete già degli altri titoli compatibili con il servizio, potrete immediatamente salire a bordo dei poderosi 'robottoni' di MechAssault per partecipare ad adrenalici combattimenti online, oppure teletrasportarvi nelle arene di Unreal Championship per prendere parte a devastanti deathmatch.
Di seguito, vi proponiamo altri dettagli su Xbox Live e le prime impressioni di gioco con alcuni dei titoli disponibili.

Breve dizionario di Xbox Live

  • Xbox Communicator:
  • Caratteristica fondamentale di Xbox Live è che tutti i giochi Live Enabled supportano il Communicator, che permette di poter parlare in tempo reale con gli altri giocatori presenti nella partita. Ovviamente è possibile regolare il volume del microfono/auricolare, adattare quest'ultimo all’orecchio sinistro o destro secondo le proprie preferenze, e mascherare la propria voce con veri e propri “filtri” applicabili come ad esempio la voce robotica, da cartoon o di un bambino. Una funzione questa introdotta per indurre anche i giocatori più timidi a lascarsi andare e a parlare liberamente.

  • GamerTag:
  • Quando ci si iscrive, ci viene chiesto di scegliere un Tag giocatore, che sarà in pratica la nostra identità su Xbox Live. Il Tag giocatore apparirà nelle classifiche dei migliori punti totalizzati in tutti i giochi online per Xbox Live. Non saranno necessari più nick diversi per ogni gioco, in questo modo si conserverà la stessa identità per tutta la durata dell'abbonamento al servizio.

  • OptiMatch e QuickMatch
  • Con queste due modalità si possono scegliere le partite in maniera veloce, con un solo click tramite appunto il QuickMatch, oppure le arene che più soddisfano i propri gusti. Optimatch infatti permette di selezionare una partita tramite alcune preferenze, come ad esempio giocare contro italiani, cercare partite in cui vi sono i giocatori migliori rispetto al ranking di Xbox Live o altro ancora.

  • Friends List:
  • Una volta trovati i giocatori con cui ci piace giocare, è possibile aggiungerli alla nostra Lista amici creando clan “virtuali” o un vero e proprio elenco di avversari da sfidare ed invitare nelle proprie partite. Infatti Xbox Live permette di sapere chi dei nostri amici è online in qualsiasi momento e di contattarlo per giocare con un messaggio-invito anche se è impegnato in un gioco diverso dal nostro.

  • Download contenuti extra:
  • Grazie all’hard disk integrato in ogni Xbox, si possono scaricare nuovi livelli, nuove mappe, personaggi, armi, circuiti extra e molto altro ancora. È come procurarsi un pacchetto di espansione, con la semplice differenza che si possono scegliere esclusivamente i contenuti che più ci interessano.

    Prova su strada

    Questo speciale non serve ovviamente solo per illustrarvi le feature di Xbox Live ma anche per darvi una panoramica e un concreto "assaggio" di cosa significa l'esperienza Live offerta da Microsoft. Durante le scorse settimane abbiamo potuto testare il gioco online in anteprima e quindi tutto quello che leggerete tra poco, non proviene da comunicati stampa, da descrizioni di manuali oppure opinioni di altri utenti stranieri, bensì da impressioni vere e genuine maturate dopo aver sfruttato a fondo il servizio con lunghe sessioni di gioco su Xbox PAL.
    I titoli testati sono: Ghost Recon, Mech Assault e la demo di Moto Gp, inclusa ovviamente nel kit Live.

    Moto GP

    In pochi click si entra su Xbox Live e tutto quello che si è aspettato durante questi mesi diventa realtà. Immancabile è la prima classica partita “quick match”. MotoGp sceglie il server più adatto alla selezione di partita veloce e si entra per la prima volta in una “lobby”. Detto in parole povere si aspetta di inserirsi nella partita creata da altri giocatori.
    In MotoGP si discute animatamente e capita in una gara con il massimo di giocatori possibili, ovvero altri 15 utenti, che in attesa di partire si chatti tramite il Voice Communicator. Un misto di voci inglesi, francesi e tedesche arriva all'auricolare mentre si osservano per la prima volta le varie opzioni di gioco. Improvvisamente, arriva il segnale di inizio e ci si ritrova sulla linea di partenza 3…2…1… VIA! Parte cosi l'avventura su Xbox Live.
    Il gioco è fluidissimo, non abbiamo riscontrato problemi di lag e l'impressione è quella di giocare in una partita via lan con le voci di contorno di tutti i partecipanti. MotoGp prevede la possibilità di parlare e sentire solo i giocatori immediatamente davanti e dietro di noi, modo da evitare incomprensioni con giocatori più distanti.
    Terminata la partita, mi metto a controllare tutte le possibilità offerte nel gioco online in MotoGp, vi sono varie opzioni, come l’utilizzo di “filtri“ sbloccati con il gioco offline, la scelta delle varie piste, moto e corridori custom tramite l’utilizzo del proprio salvataggio di MotoGp giocato in single player. C’è poi la possibilità di eliminare le collisioni in-game per concentrarsi unicamente sulla guida, di modificare numero di giri da effettuare e le condizioni climatiche.
    Va precisato che è possibile correre anche solo con la demo, in tutte le piste del gioco, contro le moto custom, e con i filtri attivati da altre persone. L'unico limite è quello di essere riconosciuti come un “fantasma” e le proprie performance non verranno classificate.
    In MotoGP è presente anche una serie di classifiche con la graduatoria mondiale, limitata per percorso, o magari solo alla propria lista di amici per confrontarsi con i tempi migliori degli utenti Xbox Live.
    Presente anche l'opzione che permette di ignorare altri user nella chat, filtrando le loro voci nei microfoni, funzione decisamente utile allorchè si stia discutendo con un amico. In conclusione, MotoGp si è rivelato uno dei titoli migliori per Xbox Live, oltre ad essere al momento l’unico racing game disponibile.

    MechAssault

    Titolo di lancio per Xbox Live lo scorso Novembre in USA, Mechassault è anche uno dei titoli più giocati al momento. Non c’è mai il rischio di non trovare una partita adatta alle proprie esigenze, nè si aspetta a lungo prima che qualcuno si unisca ad una sessione creata da noi.
    Presenti diverse modalità di gioco, sia a squadra che individuali, compreso il classico ed immancabile “deathmatch”. Arso dalla voglia di fraggare allegramente e sicuro dei miei mezzi, vengo letteralmente deriso da giocatori, palesemente americani, ben più esperti di me che ormai conoscevano a memoria le arene ed i vari punti deboli dei mech utilizzabili. Suggerimento per riconoscerli? Semplice, quando si entra in una lobby gestita da “esperti” di Mechassault, si sente “spegnete il voice masking”, questo per eliminare ogni possibile spreco di banda durante il match, e se il resto dei giocatori presenti resta in un inquietante silenzio, allora capirete che sono tutti con i microfoni in modalità “mute” e con il solo pensiero di mietere più vittime possibili.
    Mechassault non solo supporta pienamente l'online gaming, ma viene costantemente aggiornato da Microsoft con nuovi contenuti aggiuntivi da scaricare. Andando nell’apposita sezione si può controllare la presenza o meno di nuove mappe o nuovi mech da scaricare. L'operazione di download è facilissima e prevede semplicemente la selezione dell’aggiornamento che si vuole prelevare. In una manciata di secondi, con un semplice click ci si ritrova con l’aggiornamento installato su hard disk e pronto all’uso. Va precisato che, nonostante siano gratuiti, non è necessario installare i contenuti aggiuntivi per giocare online.
    L’uso della feature di comunicazione vocale, al contrario di MotoGp, viene utilizzata in maniera diversa. Durante gli incontri in modalità a squadre, tutti i componenti del proprio team potranno sentirci parlare, mentre in scontri individuali, il canale sarà aperto a tutti gli sfidanti. MechAssault possiede una convincente modalità online e, al contrario dei comuni fps dove le qualità fondamentali sono mira e riflessi, durante le battaglie la risorsa fondamentale è conoscere e saper usare al momento giusto una delle varie armi a disposizione. La scelta del mech rispecchia il nostro modo di giocare e diviene quasi un “arte” nelle lotte tra team, dove una squadra ben assortita con vari elementi magari ben coordinati risulta essere letale.
    Il titolo Microsoft, caldamente consigliato, è al momento la scelta ideale per chi cerca divertimento immediato, scontri a go-go e magari non si sente ancora preparato per la frenesia di altri titoli del calibro di Unreal Championship.

    Ghost Recon

    Pur trattandolo per ultimo, sin dalla prima partita questo titolo è rimasto in vetta alla mia classifica dei migliori disponibili per Xbox live. Ghost Recon è, infatti, la perfetta incarnazione del gioco Online.
    Tra quelli citati è senza alcun dubbio il meno immediato, ma dopo un periodo di pratica si entra perfettamente nella mentalità del gioco. Tantissime modalità sono selezionabili, dal classico deadmatch (singolo e in team ), al cooperative mode a squadre, ognuna con altre opzioni da scegliere.
    In Ghost Recon è necessario aver giocato le mappe nella modalità singleplayer, saper gestire le varie armi a disposizione e magari aver sbloccato kit di armi o soldati migliori di quelli disponibili di default.
    Decisamente poco pratico, rispetto a MotoGp o MechAssault, è il metodo di comunicazione scelto per parlare con i componenti del proprio team o con gli avversari (bisogna tenere premuto il pulsante “bianco” sul pad Xbox). Poco comodo quindi, ma anche decisamente d'atmosfera, come se un militare dovesse restare concentrato il più possibile nella partita e dover comunicare solo lo stretto necessario ai compagni usando una “virtuale” ricetrasmittente attivabile con un pulsante, magari per non farsi “intercettare“ o distrarre troppo.
    Recentemente è stato reso disponibile anche un aggiornamento, il cui download avviene automaticamente al primo collegamento Xbox live con Ghost Recon, che elimina alcuni problemi del titolo presenti nella ricerca di lobby tramite la modalità Optimatch.
    Anche in Ghost Recon sono presenti, come in tutti i titoli ovviamente, le varie opzioni per invitare amici o selezionare i parametri più adatti alle nostre esigenze nella ricerca dell’ Optimatch.
    In definitiva, chi dispone un gruppo di amici, dovrebbe provare senza riserve Ghost Recon, una delle migliori esperienze online attualmente disponibili su console e non. Il cooperative in particolar modo mette in evidenza i vantaggi dell’ Xbox Communicator per la gestione delle strategie da effettuare, rendendo piacevolissima l’esperienza.

    Il futuro

    Xbox Live è per Microsoft il complemento ideale a Xbox. In questi primi mesi di vita negli Stati Uniti, il Live è andato oltre le più rosee previsioni di Microsoft, con oltre 350.000 utenti attivi sui server americani. Questo impatto decisamente positivo ha ulteriormente rafforzato l'impegno di Microsoft in questo servizio, che non si estinguerà con la vita di Xbox ma continuerà la sua crescita accompagnando l'introduzione sul mercato dei successori della prima console del colosso di Redmond. Sono già oltre settanta i titoli che al momento supportano o supporteranno Xbox Live, per il gioco online oppure solo per la possibilità di scaricare contenuti e features aggiuntive.
    Il futuro per chi decide di entrare nella comunità online di Xbox, come già detto, è davvero roseo. Entro pochi mesi, il servizio sarà attivato nelle altre nazioni dell’Unione Europea lasciate fuori dal lancio del 14 marzo ed allo stesso tempo anche Australia, Cina, Korea, Sud America e tutto il resto del mercato coperto da Xbox si uniranno a questa avventura.
    Con il passare del tempo assisteremi inoltre all’arrivo delle prime grandi Killer Application (Halo 2 in primis) ed a continui aggiornamenti tramite download aggiuntivi. Nuovi MMORPG creeranno delle vere e proprie “comunità“ all’interno di Xbox Live e nasceranno i primi “giochi ad episodi”, ovvero titoli che, come un serial televisivo, continueranno in più aggiornamenti disponibili sul servizio Live.

    Parlando di quello che più interessa il pubblico, molte saranno le novità dei prossimi mesi, a partire dagli annunci nei grandi eventi come il prossimo E3 2003, o la manifestazione giapponese per eccellenza, il TGS. Molto però è già stato pianificato ed eccovi quindi un estratto di quello che ci aspetta nei prossimi mesi su Xbox Live.

  • Amped 2
  • Brute Force
  • Burnout 2: Point of Impact
  • Capcom Vs. SNK 2: EO
  • Counter Strike
  • Fishing Live Online
  • Ghouls 'N Ghosts Online
  • HALO 2
  • Inside Pitch 2003
  • Lamborghini
  • Midnight Club 2
  • Midtown Madness 3
  • MotoGp 2
  • NBA 2k3
  • NFL 2k3
  • Nfl Fever 2003
  • NHL 2k3
  • Outlaw Volleyball: Spike or Die
  • OutLaw Golf 2
  • Phantasy Star Online: Episode I & II
  • Project Gotham 2
  • Rallisport Challenge 2
  • Rainbow Six: Raven Shield
  • Return to Castle Wolfenstein: Tides of War
  • Re-volt online
  • Sega Gt 2002 : Online Disc
  • Spike Out X-Treme
  • Star Wars Galaxies
  • Star Wars: La Guerra dei Cloni
  • Steel Battalion : Online
  • Tom Clancy’s Ghost Recon: Island Thunder
  • Top Spin
  • True Fantasy Live Online

  • Conclusioni

    Xbox Live è un servizio di alto livello, creato apposta per soddisfare le esigenze degli utenti, senza nessun compromesso. Le impressioni di gioco sono state tutte positive e hanno soddisfatto in pieno le altissime aspettative. L'iscrizione a Xbox Live è pertanto consigliatissima ed è da considerarsi un passo natuale e obbligato per tutti i possessori di Xbox. L'unico neo che per il momento ci sentiamo di segnalare è, oltre alla ancora non ottimale copertura del territorio italiano con ADSL, fatto questo che potrebbe limitare forzatamente le iscrizioni in alcune zone, la necessità di utilizzare obbligatoriamente una carta di credito per iscriversi al servizio: un sistema di pagamento che sul fronte online è ancora visto con diffidenza in Italia.

    14 Marzo 2002-14 Marzo 2003. Nel giorno in cui Xbox festeggia il suo primo anno di vita in Europa, Microsoft ha pensato bene di fare alla sua console il miglior regalo possibile. Se fino ad oggi abbiamo considerato come insuperabile l’esperienza di gioco offerta da titoli del calibro di Halo e Splinter Cell, ogni nostra convinzione è destinata a cadere in futuro grazie all’avvento di una novità che promette di rivoluzionare l’intero mondo dei videogiochi. E’ infatti arrivato il giorno del debutto in Italia, come del resto quasi in tutto il vecchio continente, del tanto atteso Xbox Live. Cosa cambierà con l’avvento del gioco online su Xbox? Tutto e niente, perché se da una parte continueremo ad utilizzare la nostra console come abbiamo sempre fatto, d’ora in avanti potremo accedere ad un servizio in grado di donare un nuovo livello di profondità ai nostri giochi. E Xbox Live andrà oltre il gioco stesso, perché grazie al software incluso nello Starter Kit e al Communicator, sarà possibile partecipare ad eventi online come ad esempio tornei a premi, scaricare dal web nuovi contenuti extra, confrontarsi e dialogare in tempo reale con utenti di tutto il mondo. Tutto ciò è a vostra portata di mano, a patto che disponiate di una connessione a banda larga (ADSL o Fastweb) e che siate disposti ad investire 59.99€ nell’acquisto dello Starter Kit, indispensabile per assaporare l’ebbrezza del gioco online. Insieme al kit otterrete la possibilità di usufruire di Xbox Live per 12 mesi e di sperimentare subito le potenzialità del nuovo servizio grazie ai demo inclusi nel disco di installazione. Se quanto scritto non ha ancora fugato i vostri dubbi, vi invito a continuare a leggere i paragrafi successivi, nei quali vi illustreremo, in sequenza, tutti i dettagli e il resoconto delle prime ore della nostra, si spera lunga, permanenza su Xbox Live.