DLC "incorporati", Cliff Bleszinski dice la sua  33

Si tratta di una "triste realtà", secondo il celebre game designer

In un'intervista rilasciata a GameSpot durante il PAX East, Cliff Bleszinski ha parlato dei DLC "incorporati" nei dischi di gioco, definendoli una "triste realtà" che però spesso si rivela necessaria dal punto di vista produttivo.

"Quando realizzi un gioco e si avvicina la fase distributiva, ci sono spesso tre o quattro mesi in cui il prodotto è praticamente finito. A quel punto disponi di un team che deve lavorare a qualcosa oppure rimanere con le mani in mano", ha detto Bleszinski.

"Per motivi di compatibilità, i contenuti realizzati in questo lasso di tempo devono necessariamente essere stoccati sul disco. E' una triste verità del mercato videoludico e non sono il più grande fan di tale pratica, ma purtroppo le cose stanno così."

Fonte: GameSpot