Activision BlizzardIn alcune e-mail l’erosione dei rapporti tra Activision e i capi di Infinity Ward 

Si tratta di documenti del processo che sta per iniziare

Il processo che vede contrapposti West e Zampella, gli ex-capi di Infinity Ward, ad Activision per le royalty della serie Call of Duty sta aprendo numerosi spaccati sull'industria dei videogiochi, tutti piuttosto squallidi a dirla tutta.

È notizia di oggi che dai documenti della difesa sono emerse delle e-mail con scambi tra il CEO di Activision Bobby Kotick e altri dirigenti come Dave Stohl, Mike Griffith e Rob, che mostrano chiaramente il crollo della situazione.

Le email, pubblicate dal LA Times, fanno capire che i problemi più grossi sono peggiorati dopo che lo sviluppatore non è riuscito a produrre una demo di Modern Warfare 2 con gameplay per la conferenza E3 di Microsoft nel 2009.

Addirittura i vertici di Activision avevano ipotizzato di cacciare subito via i due e di affidare il completamento del progetto a Treyarch, proposito non andato in porto visti gli strettissimi tempi a disposizione e i rischi di ripercussioni negative sulle pubbliche relazioni di Activision.

Comunque l'idea era molto concreta, visto che si parla di un piano per usare i 12 membri più importanti del team come collante nel caso il vertice fosse caduto.

Fonte: VG247

TI POTREBBE INTERESSARE