SonySony chiude il trimestre fiscale in perdita ma non vuole incolpare PS Vita 123

Puntare il dito contro la nuova console portatile potrebbe peggiorare ulteriormente le cose

Sony ha comunicato i numeri relativi all'ultimo quarto fiscale che evidenziano una perdita di circa 36 milioni di euro nel settore videoludico.

La compagnia non ha voluto comunicare i dati specifici relativi a PlayStation Vita incolpando delle perdite PS3 e PSP. Ma è chiaro che PS Vita, per quanto Sony non voglia peggiorarne l'immagine, ha un ruolo importante nei risultati finanziari del colosso nipponico. Anche combinando le vendite di PSP e PS Vita queste, che ammontano a 1.4 milioni, sono nettamente più basse delle vendite della sola PSP che sono arrivate a 1.8 durante lo stesso quarto fiscale dello scorso anno.

Sul fronte dei titoli portatili la questione è meno pesante ma comunque in ribasso con la vendita di 5.8 milioni di giochi PSP e Vita che segna un calo di più del 10% rispetto ai 6.6 milioni di titoli PSP venduti lo scorso anno. Il calo, comunque, coinvolge anche le console casalinge con 20.1 milioni di titoli PS2 e PS3 piazzati contro i 27.6 venduti nel medesimo periodo dell'anno passato. La situazione, insomma, non è rosea e se aggiungiamo al settore gaming anche TV e mobile le perdite perdite salgono a 253 milioni di euro.

Fonte: Eurogamer