DishonoredDishonored: Arkane spiega perché ha escluso alcune feature alla Thief 

Scelte di verosimiglianza e design

Arkane Studios, lo sviluppatore di Dishonored, ha voluto spiegare il perché di alcune scelte fatte con le meccaniche stealth del gioco, ossia l'impossibilità per Corvo, il protagonista, di nascondersi tra le ombre come avveniva nei Thief di Looking Glass.

Christophe Carrier, il lead level designer dello studio, ha parlato di problemi di verosimiglianza: "In Thief la luce è un fattore determinante e all'inizio abbiamo provato a seguirne le orme." Cosa è andato storto? Il fatto che quando Corvo si trova di fronte a un PNG non è realistico che non venga visto. "Nel mondo reale non succede così."

"Siccome siamo dei perfezionisti, volevamo che funzionasse cone in Thief ma che fosse un sistema realistico. Luci e ombre ci hanno fatto impazzire e abbiamo deciso di eliminarle, perché era troppo difficile farle funzionare e mantenere la verosimiglianza."

Fonte: VG247

TI POTREBBE INTERESSARE