Medal of HonorLa TV iraniana trasmette un video sull'uccisione di soldati dell'ISIS... tratto da Medal of Honor 

Le nuove frontiere dell'immedesimazione

Non è la prima volta che immagini e contenuti tratti da videogiochi vengono utilizzati o scambiati per scene reali dai mass media, da un certo punto di vista dimostrando anche i progressi tecnologici fatti dagli sviluppatori, in effetti.

In questo caso si tratta del filmato riportato qua sotto, trasmesso prima dalla TV iraniana e poi da alcune emittenti arabe, a corredo di una fantomatica notizia sull'uccisione (presumibilmente documentata nel video) di alcuni soldati dell'ISIS da parte di forze straniere. Il problema è che il filmato è in verità tratto da Medal of Honor, lo sparatutto EA uscito nel 2010. Non è chiaro se le immagini siano state volutamente utilizzate in maniera distorta per propaganda o se si tratti di un vero e proprio errore, fatto sta che la questione ha fatto il giro del mondo, con alcune agenzie di stampa che sono andate ancora più a fondo specificando come il commando Hezbollah utilizzi l'Arash, un fucile creato in Iran, a supporto della veridicità della scena. A prescindere dal cupo oggetto della questione, la situazione è effettivamente un po' grottesca.

Non si tratta peraltro della prima volta che accade qualcosa del genere: ricordiamo l'utilizzo di sequenze di Call of Duty: Modern Warfare 3 per la propaganda nord coreana e gli artwork di Fallout 3 che spaventarono le agenzie di intelligence internazionali con le loro visioni post-atomiche di Washington.