Naughty Dog apprezza quanto fatto da Crystal Dynamics con il reboot di Tomb Raider  121

Ma Uncharted 4: Fine di un Ladro non reinventerà la serie

Forse è la prima volta che Naughty Dog, sviluppatori di The Last of Us e la serie di Uncharted, parlano apertamente di Crystal Dynamics e Tomb Raider, soprattutto per la chiara ispirazione del reboot dalle avventure di Nathan Drake. Il lead designer Ricky Cambier ha espresso la sua opinione ai microfoni di MCV, specificando di poter aver giocato solo il primo Tomb Raider - quello del 2013 - poiché Rise of the Tomb Raider non è ancora disponibile su PlayStation, ma di aver apprezzato quanto fatto dallo studio per il reboot. Cambier ha aggiunto anche di aver visionato del materiale di Rise of the Tomb Raider e di aver percepito una vena maggiormente survival, più vicina a The Last of Us che Uncharted.

Nonostante questo, Ricky ha puntualizzato che Uncharted 4: Fine di un Ladro, attesissimo su PlayStation 4, non sarà un reboot della serie, ma l'Uncharted che tutti conoscono, solo con delle aggiunte, come i veicoli e le liane. Tracciando un chiaro parallelo con le avventure di Lara Croft, il designer ha specificato che non c'era interesse di introdurre elementi come l'upgrade delle armi o le abilità.