Sviluppare su PlayStation 4.5 sarebbe come dover lavorare su un'altra console, secondo gli autori di Rocket League  183

Valutare tutti i pro e contro

Gli sviluppatori, così come gli utenti, hanno un atteggiamento piuttosto dubbioso sulla nuova PlayStation 4.5, o PlayStation 4K, che sebbene non sia stata ancora annunciata da Sony sembra assumere maggiore consistenza con l'avvicinarsi all'E3.

GamingBolt ha avuto occasione di parlare dell'argomento con il team Psyonix, responsabile del celebre Rocket League, e anche questi hanno esposto il loro punto di vista cauto sulla questione. Sempre parlando in via ipotetica, secondo Psyonix avere una PlayStation 4.5 sul mercato "non sarebbe meglio dell'avere semplicemente un'altra piattaforma diversa su cui sviluppare", ha affermato il VP Jeremy Dunham, "È davvero una questione semplice sulla possibilità o meno di supportare una ulteriore piattaforma", ha spiegato, con la necessità di "valutare pro e contro dell'hardware, la quantità di tempo richiesta per l'ottimizzazione, il volume dei nuovi asset che devono essere creati", esattamente quello che succede per ogni singola piattaforma diversa su cui vengono sviluppati i giochi attualmente.

Dunque la questione ricade sugli sviluppatori, se sono in grado di gestire il lavoro su una nuova piattaforma oppure no.