Corde, bastoni e l'enigma di Death Stranding  120

I primi strumenti dell'umanità

Hideo Kojima ha parlato a modo suo di Death Stranding, il nuovo progetto indipendente di Kojima Productions presentato nel corso dell'E3 2016.

Come al solito si tratta di indizi piuttosto enigmatici, tanto quanto il trailer usato per annunciare il gioco. Parlando a IGN, il game designer ha citato un racconto di Kobo Abe sui primi strumenti dell'umanità: "Il bastone è stato il primo strumento creato dall'umanità per mettere una distanza tra sé e le cose minacciose, per proteggersi", ha spiegato Kojima. "Il secondo strumento creato dall'umanità è stato la corda. Una corda è usata per legare cose importanti e tenerle vicine".

Dunque "la maggior parte degli strumenti che compaiono in un gioco action sono bastoni. Si colpisce, si spara o si calcia, la comunicazione avviene attraverso questi bastoni", ha spiegato Kojima, "io vorrei che la gente si connettesse non usando bastoni, ma con l'equivalente delle corde". In sostanza, si tratta di trovare un'interazione diversa, presumibilmente non violenta, con gli elementi del mondo di gioco. Tuttavia "potrete usare anche i bastoni", ha specificato, solo che non saranno quelli gli strumenti esclusivi di comunicazione e interazione. Tutto chiaro?

Se non vuoi perderti nulla dell'E3 2016, visita il nostro minisito e segui tutto il coverage!