Patrice Desilets non gioca un titolo Ubisoft dal 2012  51

Non sopporta il logo sul televisore

Patrice Desilets torna a parlare di Ubisoft, il game designer ha affermato nel corso di un'intervista con Edge di non giocare un titolo della compagnia dal 2012, il motivo è che non sopporta di vedere il logo sul suo televisore. Ecco le sue parole: "Non sono la persona migliore da interpellare sui titoli Ubisoft, non ne gioco uno dal 2012. Ho giocato le prime due ore di Assassin's Creed III e basta. Con tutto il rispetto, amo moltissimo Ubisoft, ma non sopporto il loro logo sul mio televisore. Lo sento troppo personale, è un problema mio".

Desilets prosegue nell'intervista parlando delle sue decisioni, certo non semplici, che lo hanno portato ad allontanarsi da Ubisoft sei anni fa: "Si potrebbe dire che non ero normale, dopo tanti anni nello stesso edificio, lavorando con le stesse persone, giorno dopo giorno. Tieni presente che ho studiato arte e letteratura. Volevo essere creativo ma lavoravo in ufficio. Tutto il piacere delle cose nuove era svanito, ho avuto problemi con la mia compagna, ho una famiglia ma non li vedo mai. Nel profondo non ero felice per molteplici ragioni, quindi ho deciso per un cambiamento drastico, per vedere se potevo cambiare le cose, ma avevo una clausola di non concorrenza che mi ha tenuto un anno sostanzialmente fermo. Dopo che sono entrato in THQ, comunque, anche nel mezzo della crisi mi sono reso conto che quello che il mio lavoro rimane legato al media ludico, non avrei mai potuto fare un film, mi sarebbe troppo mancato l'aspetto interattivo".