Dissidia Final Fantasy: Opera OmniaDissidia Final Fantasy: Opera Omnia è stato rimandato al 2017 

Arriva in ritardo la nuova digressione sul mondo di Final Fantasy per piattaforme mobile

Annunciato nel corso di questa estate, Dissidia Final Fantasy: Opera Omnia è stato rimandato in questi giorni al 2017, per quanto riguarda l'edizione giapponese.

Si tratta di un nuovo capitolo che prosegue con la serie spin-off basata sui celebri RPG di Square Enix, in questo caso sviluppato dal Team Ninja per le piattaforme mobile. Il gioco dovrebbe basarsi su un sistema di combattimento a turni che richiama la tradizione classica di Final Fantasy, discostandosi dunque dalle digressioni più action di altri Dissidia, ma per il resto non ci sono altre informazioni al riguardo.

Era previsto uscire quest'anno ed è invece stato spostato al 2017, con periodo di lancio ancora da definire con precisione. Nel frattempo, Square Enix conferma il cast presente al lancio:

Squall (Final Fantasy VIII)
Eiko (Final Fantasy IX)
Sephiroth (Final Fantasy VII)
Vanille (Final Fantasy XIII)
Ace (Final Fantasy Type-0)
Galuf Halm Baldesion (Final Fantasy V)
Shantotto (Final Fantasy XI)

Nel frattempo, rimaniamo in attesa di eventuali conferme sull'arrivo di Final Fantasy: Opera Omnia su iOS e Android in occidente.