Outlast IIGli sviluppatori di Outlast II lanciano una raccolta fondi per realizzare delle... mutande d'accompagnamento 

Avranno visto Pierpaolo giocare al primo episodio?

Qual è il gadget che manca da sempre ai giochi horror (almeno a quelli che spaventano)? Bravi, delle mutande che supportino gli spaventi non facendoci temere figuracce.

Ci ha pensato lo sviluppatore Red Barrel a colmare questa mancanza, lanciando su Kickstarter una campagna di raccolta fondi per le "Underscares", le mutande d'accompagnamento di Outlast II (provata la demo?).

L'iniziativa è partita dalle molte battute legate agli spaventi presi con Outlast che girano per la comunità dietro al gioco (noi sospettiamo anche che si siano impietositi guardando Pierpaolo e Pianesani giocare al primo episodio, ma non possiamo dimostrarlo)... insomma, Red Barrels vuole che i vostri ani siano pronti e ben riscaldati.

Si tratta di mutande dal design eccentrico che permetteranno a ogni giocatore di giocare a Outlast 2 senza preoccuparsi di perdere la dignità. Ovviamente sono lavabili.

In caso la campagna abbia successo ne saranno realizzate due versioni: la basic, che avrà il "Liquid-Lock", l'"Ultra Mesh Sewage Suppressor" e il "Midnight Brownout" (praticamente potete darvi alla pazza gioia con i vostri fluidi corporei); la deluxe, che avrà anche una tasca per le bibite e una luce notturna.

Tra i vari livelli delle offerte segnaliamo che donando più di 55 dollari si ottiene anche una copia di Outlast II, mentre donando 6.666 dollari si ottiene lo stand a forma di cappella usato per promuovere il gioco al PAX East 2016.

La campagna andrà avanti fino all'8 dicembre 2016. Se vi interessa, la trovate qui.

Vi ricordiamo che Outlast II uscirà su PC, Xbox One e PlayStation 4 nel 2017.