Alcuni rivenditori boicottano PSP Go  56

Troppo cara e nessun gioco da venderci assieme

Un grosso rivenditore olandese, chiamato Nedgame, ha affermato l'intenzione di non voler vendere (e quindi nemmeno acquistare da Sony, ovviamente) la nuova PSP Go questo ottobre, secondo quanto riportato dall'edizione locale di Eurogamer.

A quanto pare, alla base della decisione ci sarebbero due motivazioni fondamentali: la prima è l'alto prezzo a cui la console viene venduta, ovvero 249,99 euro laddove il modello classico del portatile costa 80 euro in meno. La seconda motivazione, quella forse più protestataria, riguarda la mancanza del supporto ottico per PSP Go: il fatto che la nuova versione del portatile si basi esclusivamente sul digital delivery per i negozianti significa l'impossibilità di vendere i giochi dedicati ad essa, ovvero la mancanza della maggiore fonte di reddito per una catena di rivenditori di videogiochi.

Una motivazione simile ha portato recentemente alla presunta protesta anche da parte di alcuni rivenditori francesi, notizia che tuttavia è stata smentita dalla stessa SCEE. Attendiamo di conoscere lo sviluppo della questione.