Periferiche WiiPcBox denuncia Nintendo per abuso di posizione dominante 

Vicende legali sul caso R4

Qualche mese fa un certo scalpore era stato generato dalla vicenda legale nata fra l'azienda PcBox e Nintendo, a causa della battaglia legale intrapresa da quest'ultima contro la commercializzazione delle cartucce R4 e similari. La questione è ancora aperta, ed oggi torna alla ribalta grazie ad un comunicato stampa inviatoci da PCBox che annuncia di aver presentato all'Autorità garante della concorrenza e del mercato e alla Commissione europea un esposto per accertare se da parte di Nintendo vi sia abuso di posizione dominante. Vi riportiamo qui a seguire il testo integrale del comunicato pervenutoci, mentre attendiamo reazioni e commenti da parte di Nintendo:

L'azienda fiorentina di informatica PcBox ha presentato all'Autorità garante della concorrenza e del mercato e alla Commissione europea un esposto nel quale chiede di accertare se non vi sia un abuso di posizione dominante da parte della Nintendo perché, spiega il legale della PcBox, Sandro Guerra, "in pratica, obbliga chi acquista console Nintendo a usarle solo con giochi Nintendo". L'esposto fa seguito a un'ordinanza del tribunale di Milano che, nel gennaio scorso, in via cautelare, ha ordinato il ritiro dal commercio dei dispositivi installati dalla PcBox nelle console Nintendo, che permettevano di utilizzarle con programmi non marcati Nintendo. "Nell'ordinanza del tribunale di Milano - spiega Guerra - si fa riferimento all'utilizzo di programmi piratati, e quindi illegali, ma il dispositivo della PcBox è stato studiato per permettere di utilizzare nelle console Nintendo videogiochi fabbricati regolarmente e legalmente da altre aziende o da altri sviluppatori. Il comportamento della Nintendo potrebbe essere paragonabile a quello del produttore di auto che inserisse nelle vetture un dispositivo che permette di alimentarle con una sola marca di benzina" PcBox denuncia Nintendo per abuso di posizione dominante

TI POTREBBE INTERESSARE