Pachter: troppo valore ai nostri soldi dai rythm game  21

O troppa inflazione?

Secondo il celeberrimo analista Michael Pachter il progressivo calo delle vendite dei titoli musicali trova giustificazione nelle cattive abitudini che ci hanno trasmesso. Abitudini economiche, diremmo, ossia in sostanza: troppin contenuti, troppo valore rispetto al prezzo a cui ci vengono venduti. Secondo Pachter i publisher si sarebbero in realtà fatti più un disservizio che un favore fornendo una base musicale installata di ogni gioco davvero eccessiva rispetto alla controparte economica richiesta. Seguendo il suo ragionamento, una volta che gli utenti si siano trovati ad avere una tale mole di materiale giocabile non avrebbe più avuto la capacità di assorbirlo e di conseguenza non ne avrebbe comprato più.
Ora, noi francamente possiamo anche concordare con l'analisi di un'eccessiva saturazione del mercato di genere che vede uscire titoli su titoli, spin off su spin off e nuove varianti su altre ancora. Troppo per le nostre tasche, troppo per il nostro tempo. Ma sul discorso del disvalore... beh, siamo un po' perplessi.