AtariLa ricostruzione dei chip Atari 

Un'operazione di recupero storico

Con l'importanza culturale assunta dai videogiochi, è giusto che vi siano studi storici e "archeologici" sull'argomento: l'Atari Museum si propone di effettuare operazioni simili, come dimostra il recente tentativo di ricostruire i chip originali dei primi home computer Atari.

A partire dai nastri originali utilizzati nella costruzione di tali chip, Curt Vendel sta effettivamente ricostruendo gli hardware proprietari dei modelli VCS 2600, 5200 e la linea di home computer a 8-bit, miniaturizzati in strutture più piccole per arrivare ad alcuni sistemi "SoC" (System on a Chip) integrati.

Si tratta dunque di recupero ed evoluzione strutturale di questi hardware, nel tentativo di preservare i chip IC custom di Atari. Al momento, i lavori si stanno concentrando sui TIA, utilizzati nell'Atari 2600, i GTIA del 5200 e la linea a 8-bit (400 e 800) oltre al chip MARIA dell'Atari 7800. Per chi fosse interessato, c'è una discussione alquanto tecnica e approfondita sul forum di Atari Age (segnalato da Kotaku).
La ricostruzione dei chip Atari

TI POTREBBE INTERESSARE