Software HouseI videogiochi fanno bene, secondo la marina USA 

Maggiori capacità cognitive e percettive per i videogiocatori

Uno studio condotto dalla US Navy dimostra che "Gli adulti beneficiano dall'uso dei videogiochi", secondo il titolo stesso del documento.

Il Dr. Ray Perez sostiene in base alle sue ricerche che i videogiocatori hanno una maggiore capacità di adattamento a situazioni mutevoli: "abbiamo scoperto che i videogiocatori abituali sviluppano delle abilità percettive e cognitive superiori dal 10 al 20% rispetto alla media", riporta Perez su Armed with Science (via Kotaku), "sappiamo che i videogiochi possono incrementare le abilità percettive e la memoria a breve termine".

Tutto lo studio è improntato sulle capacità sfruttabili in situazioni di guerra, parrebbe. L'"intelligenza fluida" richiesta per certe operazioni pareva scientificamente scemare dopo i 20 anni, ma i videogiocatori sembrano in grado di rendere maggiormente duttile l'attività cerebrale più a lungo. Perez sta cercando di identificare le zone del cervello che sono responsabili di questi cambiamenti in positivo, e sta pensando all'introduzione dei videogiochi come strumenti didattici e cognitivi nell'addestramento del personale della marina.
I videogiochi fanno bene, secondo la marina USA