Software HouseIl budget dei videogiochi continuerà a crescere, secondo Guerrilla 

Alla faccia della crisi

Nonostante il periodo di crisi globale e nonostante anche il pensiero evidentemente opposto di publisher di grosse dimensioni (come riferito dal capo di EA Partners David DeMartini, che pre-annunciava necessari tagli ai costi di produzione), secondo il lead producer di Guerrilla Games, Steven Ter Heide, il budget per i videogiochi continuerà a crescere.

E' d'altra parte una versione più legata alla pratica di sviluppo e costruzione dei prodotti, forse divergente rispetto alle aspettative di chi gestisce il lato economico della produzione. Secondo Ter Heide "le cose che si devono inserire nei giochi, ovvero quelle cose che il pubblico si aspetta di vedere, sono anche loro in continua crescita", pertanto stare dietro alle aspettative richiede ingenti spese in termini di lavoro e denaro, cosa che resterà invariata secondo l'uomo Guerrilla nei prossimi due anni.

Inoltre, da parte di Ter Heide il consiglio per i team emergenti è comunque di concentrarsi su qualcosa di grosso, di costruire una buona idea e poi essenzialmente lanciarsi all'avventura, poiché è certo possibile partire dal piccolo e arrivare ad una buona posizione nel mercato, ma è essenziale avere una visione più ampia, un obiettivo preciso da perseguire per affermarsi.