Periferiche 3DSMario e Zelda saranno più facili su 3DS 

Non necessariamente una buona notizia

Secondo Miyamoto i titoli per 3DS della serie di Mario e Zelda saranno più facili da giocare: "non è un problema di quale sia più attraente, perchè ognuno dei due (2D e 3D) hanno il loro fascino. Nei giochi del passato di Mario e Zelda, ad esempio, se c'erano diversi piani alla stessa altezza era difficile per i giocatori distinguere se uno di essi fosse localizzato alla stessa distanza fra di loro o se un altro fosse più distante ed alto rispetto agli altri piani. Sul 3DS potrete capire davvero l'altezza e la distanza del prossimo piano di fronte a voi. Potete vedere la differenza passando dalla modalità 2D a quella 3D." Ci saranno anche altre differenze oltre alla definizione dei piani, in ogni caso: Mario e Link, secondo Miyamoto, avranno una "presenza più vivida", cercando di rendere ai giocatori la sensazione del loro peso, della loro altezza, cercando di permettere di sentire la differenza quando ad esempio atterrino dopo un salto. "Quanto a lungo deve restare fermo un personaggio dopo un salto per permettere al giocatore di sentire il peso del suo corpo? Sto pensando a molti dettagli come questi."
Per quanto riguarda i titoli in 2D, invece, Miyamoto parla di differenze percepibili negli sfondi, grazie alla profondità resa dal 3D.