Disney Interactive - ancora licenziamenti  5

L'azienda si butta sul social gaming

I numeri non sono ufficiali ma a quanto pare il totale dei licenziamenti nel settore gaming Disney è arrivato a 700 persone.

In questi giorni infatti, dopo la già clamorosa chiusura di Propaganda Games, l'azienda ha dimezzato l'organico di Junction Points.
Le vendite di Epic Mickey hanno salvato dalla chiusura definitiva di Junction Points che ha comunque subito un brutto colpo.
E a quanto pare si tratta solo della prima tornata di tagli al personale che potrebbe coinvolgere altri sviluppatori interni come i Black Rock Studios.

Le motivazioni sono piuttosto evidenti. Tra flop e investimenti sbagliati Disney Interactive ha registrato perdite per 234 milioni di dollari. Inoltre l'azienda ha recentemente speso oltre mezzo miliardo di dollari (con un bonus ulteriore di 200 milioni) per comprare lo sviluppatore di social games Playdom.
L'unione di questi due fattori ha portato l'azienda a cambiare le proprie priorità che, ovviamente, vanno a supporto dei nuovi acquisti e lasciano invece indietro chi non si è rivelato produttivo.
In soldoni, con una dichiarazione ufficiale riportata da Variety, è iniziata l'era del social gaming Disney e anche i prodotti classici saranno venduti solo via digital delivery.


Fonte: Variety