Gran Turismo 5 (GT 5)Uno degli sviluppatori di DiRT 3 critica Gran Turismo 5 

Paul Coleman parla di GT5 come di un titolo ancora in fase di sviluppo

Dopo le dichiarazioni al vetriolo rilasciate da Andy Tutor, lead designer di Shift 2: Unleashed, che aveva definito Gran Turismo 5 come "una collezione di francobolli" per via delle sue auto, è il turno di Paul Coleman dire la sua sul racer di Polyphony.
Membro del team di sviluppo di DiRT 3, Coleman ha dichiarato a Eurogamer che "Gran Turismo è un gioco massivo, un fenomeno nonostante tutto. Sono rimasto un po' deluso dalla sua realizzazione, ma il risultato finale prova che quando un prodotto diventa così popolare, la gente lo compra comunque."
"A mio avviso alcune delle decisioni prese circa il livellaggio e le meccaniche risultano deludenti. So che non sarebbe stato un grande passo in avanti, ma avrei preferito vedere un uso classico delle licenze di guida per sbloccare gli eventi. E' il miglioramento delle proprie abilità che deve portare il giocatore ad affrontare eventi più difficili, non ripetere quindici volte la stessa corsa", ha continuato.
"So che si sono resi conto dell'errore, ma mi sembra strano che la cosa non sia venuta fuori prima, durante la realizzazione e non dopo che la community te lo fa notare."
"Credo che Gran Turismo sia un prodotto ancora in fase di sviluppo, ovvero che quello sul disco non sia la versione finale. Vedremo i frutti di questo sviluppo fino al prossimo anno, anche perché dubito che uscirà un nuovo episodio della serie prima di almeno cinque o sei anni", ha concluso Coleman.

Fonte: Eurogamer
Uno degli sviluppatori di DiRT 3 critica Gran Turismo 5

TI POTREBBE INTERESSARE