BulletstormBulletstorm censurato in Germania, Bleszinski sulla violenza 

La solita storia?

Torna in primo piano il dibattito sulla violenza nei videogiochi con Bulletstorm, il nuovo action game di Epice e People Can Fly che sembra destinato a far parlare di sé in un modo o nell'altro.

A quanto pare, il gioco riuscirà ad essere distribuito in Germania ma, come spesso accade per il mercato tedesco, solo con un rating "18" e dopo pesanti tagli effettuati ai contenuti più controversi. Da parte sua, Cliff Bleszinski ha voluto esprimere il suo parere sulla violenza sia per quanto riguarda Bulletstorm in particolare che i videogiochi in generale.

Secondo il game designer di Epic la violenza nel gioco è presente, ma tutte le sue esagerazioni sono inserite "all'insegna del divertimento". D'altra parte, le considerazioni dell'opinione pubblica sui videogiochi violenti sono considerate da Bleszinski in qualche modo "lusinghiere", perché ricordano le medesime considerazioni fatte in precedenza sul rock and roll, su Elvis, su Dungeons and Dragons o sui film. "Significa che chiaramente abbiamo colpito qualche nervo", ha riferito il biondo designer di Epic a CVG.
Bulletstorm censurato in Germania, Bleszinski sulla violenza

TI POTREBBE INTERESSARE