The Last Guardian[GDC 2011] Fumito Ueda parla di The Last Guardian... 

...e dell'arte nei videogame

Ai microfoni di Kotaku, di fronte a una demo di The Last Guardian, Fumito Ueda ha parlato anche dell'arte.
"In genere ci sono due tipi di arte: quella cosiddetta 'alta' e quella 'bassa'", ha detto Ueda: a suo avviso, l'arte alta sarebbe quella classica, mentre farebbero parte dell'arte bassa film e anime.
"Quando però parli di arte, la gente tende a pensare che tu ti riferisca alla prima definizione, al senso più stretto del termine. Se dunque parliamo in questi termini, non penso che i videogame siano arte."
Detto questo, è nella seconda definizione ("arte bassa"), che descrive l'arte per le masse, che Ueda inquadra i videogame.
Per quanto concerne poi la sua visione dei propri giochi, Ueda ne parla dell'intervista rilasciata durante il GDC 2001 a GameSpot, che riportiamo in calce. In sostanza, dichiara che ICO è "più un 'computer entertainment' che non un videogame". Dunque come definirebbe Shadow of the Colossus e The Last Guardian?
"Per Shadow of the Colossus ci siamo concentrati più sull'elemento videogame. Mentre qui, per The Last Guardian, ci siamo concentrati sul 'computer entertainment'."

Fonte: Kotaku