Secondo Mike Gamble a chiudere le software house sono le acquisizioni stupide  7

Muoversi solo per soldi e senza un filo logico può risultare dannoso

Mike Gamble, boss della sezione europea di Epic Games, ha affermato che le numerose chiusure a cui sono andati incontro in questi mesi diversi team di spicco sono colpa delle acquisizioni stupide. Il dirigente ha precisato che la sua è una visione personale ma crede fermamente che l'acquisto insensato per espandere la propria lineup non abbia alcun senso.
Gamble si riferisce nel particolare all'acquisto di Black Rock Studio, uno studio dedicato ai racing, da parte di Disney, una compagnia basata su IP per bambini, che si è trovata a dover chiudere il team nonostante l'ottimo Split/Second.

Ovviamente nell'ottica dell'espansione queste acquisizioni un senso ce l'hanno eccome. Anche se visti i risultati Disney avrebbe fatto meglio ad andare per gradi magari puntando prima sul social e su uno sfruttamento assennato delle proprie IP per poi muoversi verso i titoli tripla A e le acquisizioni.
D'altronde proprio questa è la strada intrapresa da molti designer rimasti a casa dopo la strage di software house che si è consumata nei primi mesi di questo 2011. In ogni caso la nascita di nuove compagnie, idee e prodotti, sencondo Gamble, è l'unico effetto positivo generato dalle summenzionate "stupide acquisizioni".

Fonte: Eurogamer