From DustFrom Dust - il porting PC è disastroso 

Ubisoft ha anche mentito sul DRM

È difficile parlare del porting di From Dust per PC senza usare la parola disastro. Purtroppo, se siete tra gli sfortunati che l'hanno acquistato al lancio, avrete sicuramente riscontrato tutta una serie di problemi che definire fastidiosi è un eufemismo. Vediamoli.

In primo luogo Ubisoft ha mentito: dopo le voci che parlavano della presenza del famigerato DRM che richiede una connessione a internet permanente, la società francese aveva smentito categoricamente di averlo implementato in From Dust; infatti lo ha implementato, ma nei comunicati ufficiali ha continuato ad affermare che basta sbloccare il gioco una volta per poi poterci giocare offline, fatto assolutamente non vero.

Poco male, verrebbe da dire al povero utente che ha acquistato il gioco originale e che, magari, avrebbe voluto giocarci su Steam in modalità offline, se non fosse che ci sono stati numerosi problemi di sincronizzazione con il server Ubisoft, al punto che qualcuno, arrabbiato da tanto sprezzo dell'acquirente, ha chiesto di essere risarcito dei soldi spesi.

Mettiamoci anche che la versione PC è stata maltrattata da un porting che definire superficiale e frettoloso è un eufemismo, con nessuna opzione di configurazione, il framerate fissato a 30fps, un pessimo uso del mouse e tutta una serie di bug e glitch che rendono frustrante l'esperienza di gioco.

Visti i problemi, viene da chiedersi come mai il gioco sia stato lanciato con più di due settimane di ritardo rispetto alla versione console. Speriamo che al più presto esca una patch risolutiva. I giocatori PC non meritano questo.

Fonte: RockPaperShotgun

TI POTREBBE INTERESSARE