I Am AliveI Am Alive batte un altro colpo 

It is alive

Dopo il video "rubato" emerso nel corso della GamesCom 2011, spunta quella che potrebbe essere un'altra prova dello stato di "vita" di I Am Alive, titolo da lungo tempo rimasto in silenzio e considerato cancellato da Ubisoft.

La classification board australiana ha infatti pubblicato una nuova voce riferita al titolo in questione, modificata soltanto il 22 agosto, dunque estremamente recente. Vi vengono riportati i contenuti caratterizzati da "temi forti e violenti", lasciando inalterata la classificazione 15+. Non che la cosa dica moltissimo, ma unita agli ultimi sviluppi sulla faccenda potrebbe rafforzare l'idea che lo sviluppo sul gioco stia proseguendo.

I Am Alive era stato annunciato nel 2008 ma non è mai stato mostrato in forma giocabile. Nel 2009 lo sviluppo era passato da Darkworks a Ubisoft Shanghai ma non erano giunte ulteriori notizie. Recentemente, oltre al video spuntato durante la GamesCom, è stato anche rinvenuto un profilo LinkedIn appartenente ad uno sviluppatore che a quanto pare ha lavorato alla "ricostruzione" del gioco presso Ubisoft Shanghai, concentrandosi in particolare su un sistema di gioco innovativo che predilige il non uccidere i nemici come migliore strategia per avanzare, unita ad un sistema di intelligenza artificiale "di gruppo".

Link: AU classification Fonte: Eurogamer.net

TI POTREBBE INTERESSARE