Batman: Arkham CityRocksteady aveva pensato al multiplayer per Batman: Arkham City 

Il rischio era produrre "due giochi annacquati"

Il game director di Rocksteady responsabile di Batman: Arkham City, Sefton Hill, ha rivelato a OPM che il team aveva pensato, in fase di sviluppo, all'inserimento della modalità multiplayer nel gioco.

Tuttavia, gli sviluppatori si sono resi conto per tempo che l'inserimento forzato del multiplayer avrebbe semplicemente portato alla produzione di "due prodotti annacquati", togliendo tempo al perfezionamento del single player e costruendo una modalità aggiuntiva che forse non avrebbe raggiunto risultati eccellenti. Per questo motivo, l'idea è stata eliminata e d'altra parte Rocksteady ha avuto il supporto di Warner Bros. nella decisione di creare un gioco esclusivamente single player.

A quanto pare, il publisher non ha spinto per avere a tutti i costi quella modalità che sembra ormai essere una regola per le produzioni alto profilo. "Abbiamo buttato giù qualche idea ma ci sembrava sempre che fosse una sorta di obbligo il dover inserire il multiplayer", ha spiegato Hill, "se avessimo fatto il multiplayer non avremmo avuto il tempo per far raggiungere al gioco quel livello qualitativo che volevamo".

Fonte: VG247

TI POTREBBE INTERESSARE