Global Operation, quando la squadra fa la differenza

Grazie al grande Counter-Strike, che ancora oggi continua ad essere uno dei titoli più giocati in assoluto ad anni di distanza dal rilascio della prima versione beta, fu inaugurato un vero e proprio nuovo genere, esageratamente gettonato nelle ultime stagioni. Sto parlando degli Squad Game, titoli particolarmente tattici, dove popolose fazioni si scontrano in immensi livelli dall'ambientazione soprattutto urbana. L'ultimo arrivato in questa grande famiglia è Global Operations, validissima alternativa, e quasi erede, del titolo Valve Software. Mauro Monti l'ha giocato intensamente, ed è rimasto estremamente affascinato dal gameplay così originale che immergerà il giocatore nei panni di un membro del proprio team con caratteristiche ed abilità altamente specializzate. Un estratto dalla nostra recensione:

"Iniziamo a parlare del primo elemento che caratterizza e distingue Global operation: le specializzazioni. Mentre negli altri giochi avere una specializzazione si riduceva, nella gran parte dei casi, al decidere quale arma utilizzare (essendo i nostri archetipi elettronici altrettanto abili ad impugnare dei mitragliatori quanto dei fucili di precisione) in Global Operation la scelta della "classe" a cui decideremo di appartenere limiterà sia la tipologia di equipaggiamento di cui potremo dotarci sia la nostra effettiva abilità con lo stesso."
#AI3642,1#

TI POTREBBE INTERESSARE