Miyamoto: non c'è distinzione fra hardcore e casual  0

Miyamoto, nel corso di un'intervista rilasciata all'Official Nintendo Magazine, ha espresso la sua posizione nei confronti della distinzione fra giocatori hardcore e casual, annosa diatriba che vede scontrarsi opinioni solitamente in netto contrasto fra di loro. Secondo Miyamoto non è possibile fare una distinzione netta delle due categorie, considerando il fatto che moltissimi giocatori, se non la maggior parte, giocano titoli considerati nella fascia casual pur essendo loro stessi hardcore gamer, e viceversa. Ammesso e non concesso che sia effettivamente possibile categorizzare il videogiocatore in tal maniera.

Miyamoto non perde l'occasione per sottolineare come creda che Nintendo abbia, fra le sue missioni, quella di distruggere il confine che porti i giocatori cosiddetti casual ad approcciarsi ai generi o titoli specifici solitamente individuati fra quelli hardcore. Sempre secondo lui Wii Music avrebbe contribuito a rendere tutto questo possibile. Anche il DS avrebbe contribuito nel suo compito di avvicinamento dei generi.