9.2

Redazione

8.8

Lettori (17)


  • 17
  • 0
  • 16
  • 3

N.O.V.A. 3 - Near Orbit Vanguard AllianceCopiando si impara 33

Il franchise FPS fantascientifico di Gameloft arriva al suo terzo episodio con un arsenale davvero di tutto rispetto

Ogni volta che si recensisce un prodotto Gameloft, si finisce inevitabilmente a parlare di come sia una copia di questo o di quell'altro titolo di successo. La software house transalpina ha reso la pratica di ispirarsi ai blockbuster del momento un vero e proprio marchio di fabbrica, sopperendo quasi sempre alla mancanza di originalità -e di questo bisogna renderle atto- con una realizzazione tecnica di prim'ordine ed una quantità di contenuti invidiabile. Con il qui presente N.O.V.A. 3, però, Gameloft sembra aver davvero superato sé stessa: non solo è riuscita a stabilire un nuovo benchmark per gli FPS su dispositivi mobile, ma ha compiuto la non facile impresa di clonare due saghe diverse nel contesto di un singolo franchise...

Dolce stil N.O.V.A.

Se infatti per i primi due capitoli di N.O.V.A. si erano palesemente ispirati ad Halo, con il terzo episodio gli sviluppatori francesi hanno voluto cambiare registro e prendere come modello Crysis 2, probabilmente allo scopo di sfruttare il traino di un prodotto dal successo più recente rispetto all'ultima avventura di Master Chief. Copiando si impara Ecco dunque che, in termini di design, la continuità con i precedenti si spezza senza troppi complimenti in favore di un look che si rifà apertamente al lavoro di Crytek. L'esoscheletro del protagonista, lo stile degli indicatori su schermo, il look delle armi e dei nemici e persino l'ambientazione si sommano in un unico, colossale deja-vu che lascia davvero poco spazio ad elementi che possono dirsi propriamente partoriti da Gameloft. L'unica eccezione è costituita da uno storyline che, con il suo carico di personaggi infarciti di cliché e spunti narrativi banali, riesce giusto nell'intento di fungere da collante fra uno stage e l'altro e poco più. Si può dire però che gli aspetti finora citati rappresentino le uniche debolezze di una produzione obiettivamente sontuosa, capace di imporre nuovamente la software house transalpina come l'avversario da battere quando si parla di FPS portatili. Seguendo un copione ormai consolidato, i pregi di N.O.V.A. 3 vengono inaugurati da una realizzazione grafica eccellente, che conferma per l'ennesima volta le indubbie capacità tecniche degli sviluppatori francesi e che si impone senz'altro come la più impressionante finora apparsa su sistemi iOS. Copiando si impara Fra ambientazioni estese e particolareggiate, modelli poligonali solidi e ben animati, routine fisiche coerenti ed effetti speciali a iosa, diventa davvero difficile trovare qualcosa che non funzioni alla perfezione nel comparto visivo di N.O.V.A. 3, specialmente quando tutto il ben di Dio che si vede su schermo gira ad un frame rate costante solo occasionalmente oggetto di qualche piccolo singhiozzo. Insomma, parliamo di un vero e proprio gioiello tecnologico che meriterebbe di essere acquistato anche solo per compiacersi di quali meraviglie siano capaci iPhone ed iPad quando vengono spremuti a dovere: fortunatamente, però, il titolo Gameloft si scansa subito dal pericolo di celebrare la forma a scapito della sostanza, offrendo un pacchetto ludico che la maggioranza dei titoli analoghi si sogna. Si parte con una campagna in single player che compensa la già citata leggerezza sotto il profilo narrativo con un'azione scandita da ottimo ritmo, fatta di scontri a fuoco con nemici sufficientemente coriacei da garantire un adeguato livello di sfida. Rispetto ai precedenti episodi, è evidente un miglioramento nel level design, e l'avventura prosegue in maniera assolutamente piacevole, con qualche caduta di stile riscontrabile solo in un paio di parentesi su binari non proprio riuscite. Prendendo le mosse dagli ottimi risultati ottenuti con Modern Combat 3, la sezione multiplayer di N.O.V.A. 3 si dimostra se possibile ancora più ricca, mettendo a disposizione degli utenti sei modalità di gioco, altrettante mappe (stavolta di dimensioni più che generose) ed un'ampia scelta in termini di personalizzazione del proprio alter-ego. Tutto funziona più che bene, dalla velocità e semplicità con cui è possibile creare o trovare un match all'effettiva azione sul campo, in merito alla quale non abbiamo riscontrato alcun problema di lag. Copiando si impara Certo, il design delle arene è tutt'altro che originale ed il gameplay non offre praticamente nulla di nuovo sotto il sole, ma poter godere dell'esperienza di un buon deathmatch su smartphone con tutti gli elementi al posto giusto è già un traguardo non da poco. Come ciliegina sulla torta, Gameloft ripropone qui un altro elemento vincente di Modern Combat 3, ovvero un sistema di punteggio che premia le partite effettuate sia in single che in multiplayer con dei token da spendere per sbloccare nuove armi, potenziare quelle già in proprio possesso e migliorare le abilità del protagonista. Trovare qualcosa che realmente non va in N.O.V.A. 3 è impresa ardua, e gli unici (lievi) malumori possono venire generati solo da un sistema di controllo che fa del suo meglio per essere performante senza riuscirci del tutto a causa di evidenti limiti strutturali. Accorgimenti quali la mira automatica e l'utilizzo del giroscopio per gestire la visuale consentono di godersi l'azione con moderata comodità, nonostante la presenza di numerosi tasti on screen limiti un po' la visuale e porti a qualche imbarazzo quando se ne preme per sbaglio uno al posto di un'altro, viste anche le loro ridotte dimensioni. Non è certo un segreto che gli FPS siano un lusso che un dispositivo touchscreen teoricamente non potrebbe permettersi, e Gameloft si è dimostrata nuovamente abile nell'arrangiarsi con i mezzi a propria disposizione.
N.O.V.A. 3 - Un trailer per il single player N.O.V.A. 3 - Un trailer per il single player

Messa da parte l'ironia circa l'estrema somiglianza con Crysis 2, è impossibile non riconoscere i grandi meriti di N.O.V.A. 3, che mette sul piatto una modalità campagna corposa e finalmente soddisfacente dal punto di vista del design ed una sezione multiplayer da primo della classe, il tutto impreziosito da quella che non è esagerato definire come la componente grafica più impressionante mai vista su un dispositivo iOS. Partendo dal presupposto di dover scendere a patti con un sistema di controllo che ovviamente non può rivaleggiare con la comodità e precisione di un joypad, chiunque deciderà di dare fiducia a Gameloft si troverà per le mani il miglior FPS attualmente disponibile in ambito mobile.

Fabio Palmisano

Pro

  • Graficamente strepitoso
  • Divertente e ben realizzato
  • Single e multiplayer ricchi di contenuti

Contro

  • Stilisticamente ben poco originale
  • Caricamenti un po' lunghi