7.8

Redazione

8.3

Lettori (5)


  • 2
  • 0
  • 1
  • 2

YesterdayUn'avventura occulta 8

A pochi mesi dall'uscita su PC, l'avventura a tinte paranormali e occulte di Pendulo Studios arriva anche su iPhone e iPad

Un po' Memento e un po' Dan Brown, Yesterday è la più recente delle avventure grafiche realizzate del team madrileno Pendulo Studios. Uscito inizialmente PC e pubblicato in Italia col più banale nome di New York Crimes, il gioco è di recente arrivato anche su iPhone e iPad con una conversione praticamente invariata dell'originale, riproponendo su mobile quel riuscitissimo mix tra intrigante atmosfera, stile grafico originale e dialoghi ben costruiti che gli autori di Runaway ci avevano deliziati qualche mese fa.

Una setta per domarli...

Essendo un porting pressoché identico, Yesterday non vede alcuna novità nel suo canovaccio narrativo: in un frullato di investigazione e paranormale, il giocatore veste i panni di Henry White, un ragazzo occhialuto e un po' nerd che, facendo ricerche sulla misteriosa scomparsa dei senzatetto della città, entra in contatto con una setta religiosa guidata da quello che ha tutta l'aria di essere un duo di sciroccati. Un'avventura occulta Questo almeno inizialmente, perché superata un'affascinante introduzione e portati a termine i primi enigmi si passa a controllare John Yesterday, investigatore esperto in riti occulti e sette sataniche che, nel più classico dei cliché, sembra aver perso la memoria. Con l'aiuto di White, nel frattempo diventato un milionario a capo di una multinazionale, John deve ripercorrere i suoi passi nella speranza di ricordare chi è e su quale misterioso caso stava lavorando. Insomma, tra paranormale, sette sataniche, omicidi e riferimenti sessuali, Yesterday si propone decisamente come una storia indirizzata a un pubblico maturo, sebbene a strappare qualche forzato sorriso ci pensi il sottile humour tra le linee dei dialoghi e dei numerosi pensieri del protagonista. La trama di tanto in tanto fa qualche salto eccessivo, si lascia qualche spiegazione per strada e costringe il giocatore a ragionare per astratto nel tentativo di rattoppare a una sceneggiatura interessante ma che sembra un vecchio puzzle a cui manca qualche pezzo. Un'avventura occulta Nulla da dire invece sui dialoghi, interamente tradotti in italiano e in grado di risollevare leggermente un cast di personaggi che, tranne qualche rara eccezione, fa davvero fatica ad emergere per carisma e personalità, laddove il tutto è ulteriormente valorizzato da sequenze d'intermezzo estremamente gradevoli. Il merito è in buona parte dello stile grafico cartoon e caricaturale che ha già caratterizzato le precedenti produzioni dello studio di sviluppo spagnolo, ma un ottimo lavoro di inquadrature e trovate registiche rendono Yesterday uno dei punta e clicca visivamente meglio riusciti tra quelli presenti su App Store. In quanto a enigmi il gioco si presenta come un'avventura decisamente classica, con un inventario nel quale conservare gli oggetti trovati e combinarli tra loro per creare nuovi e utili strumenti. Per snellire l'esperienza ed evitare di confondere troppo il giocatore, Pendulo Studios ha fatto in modo che i personaggi, in un modo o nell'altro, abbandonino gli oggetti che non saranno più utili nel corso del gioco, mentre grosse attenzioni sono state rivolte al doppio sistema di aiuti per i giocatori meno pazienti e smaliziati. Attraverso il tocco di un tasto è possibile infatti mettere in evidenza tutti gli oggetti su schermo con cui è possibile interagire, evitando così che si rimanga bloccati per non aver visto quel foglietto di carta sotto la panchina. Il secondo aiuto, sempre attivabile a comando, è decisamente più risolutivo e dà al giocatore un suggerimento chiaro su cosa fare o quale oggetto utilizzare: in linea teorica, per attivare questi indizi, il giocatore dovrebbe prima caricare un indicatore facendo autonomamente dei tentativi, ma i meno pazienti possono facilmente trovare un modo per scavalcare questo sistema e abusarne.

Se confrontato con Runaway e The Next Big Thing, la nuova avventura di Pendulo Studios ne esce con un occhio nero per completezza della trama o caratterizzazione dei personaggi. È davvero difficile che si crei empatia tra il giocatore e il protagonista principale, mentre una storia talvolta frettolosa e talvolta poco chiara viene salvata solo in parte dai piacevoli dialoghi. Eppure Yesterday resta un gioco pieno d'atmosfera e ricco di intrighi, in grado di catturare chiunque sia un minimo affascinato dall'occulto e dalle avventure piene di mistero.

Vincenzo Lettera

Pro

  • Tanta atmosfera
  • Riuscitissimo esteticamente
  • Ottimi dialoghi

Contro

  • Trama frettolosa e talvolta inconsistente
  • Personaggi poco carismatici