7.8

Redazione

2.6

Lettori (7)


  • 0
  • 0
  • 0
  • 0

Flashout 3DNon chiamatelo Wipeout 7

Se dai tempi di F-Zero per voi le ruote su un veicolo sono solo inutili orpelli, ecco un nuovo racing game nel quale l'attrito non sarà più un problema

In tempi di caro-carburante, l'idea di guidare veicoli futuristici che utilizzano il campo magnetico terrestre per muoversi appare, nonostante l'oggettiva impossibilità, ancora più allettante; tuttavia, il fascino delle vetture antigravità viene già da anni sfruttato, quanto meno in ambito videogame, toccando forse la massima vetta di eccellenza con la storica serie Wipeout di Studio Liverpool. Presente in ogni piattaforma di gioco targata Sony, incluse le portatili (Pure e Pulse su PSP, 2048 su Vita), il frenetico titolo tutto europeo ha rappresentato per i numerosi fan un vero e proprio punto di riferimento, restando di fatto l'unico esponente del genere degno di nota. Frenetico ma con un framerate granitico, tecnico ma sempre divertente, Wipeout ha saputo trarre il meglio da ogni generazione di gioco, avvantaggiandosi in maniera incredibile della grafica HD e soprattutto dell'online, integrato in modo del tutto naturale. Flashout 3D non è altro che un suo clone per piattaforme Apple e Android, non certo il primo ma, probabilmente, uno dei migliori in termini di realizzazione finale.

A prova di foratura

In Flashout 3D un fan di Wipeout non troverà praticamente nulla di sorprendente, a cominciare dai menu di scelta delle modalità di gioco: Carriera, Gara Singola e Time Trial. La modalità Sfida e il Multiplayer, pur presenti nell'interfaccia saranno resi disponibile a breve con un aggiornamento gratuito. Non chiamatelo Wipeout Il design delle (sole) 5 navi disponibili, da sbloccare avanzando con la carriera, è anch'esso pesantemente ispirato ai modelli "base" presenti nel titolo destinato alle piattaforme Sony; parliamo di modello base perché, come noto, negli ultimi Wipeout ogni "casa" automobilistica disponeva di più modelli dello stesso velivolo, ottimizzati a seconda del tipo di gara da affrontare (modello "corazzato" per le sfide a eliminazione, superleggero per quelle a tempo, psichedelico per le zone e così via). Qui, al contrario, i mezzi sono unici seppur passibili di piccoli upgrade. Proprio i miglioramenti acquistabili nel garage rappresentano il primo motivo di perplessità, visto che si tratta sostanzialmente di armi o potenziamenti che si possono trovare come normali power up sulle diverse piste. Il vantaggio strategico consiste dunque nel cominciare la gara con già attivati ad esempio il turbo, i missili o lo scudo ma, una volta terminata l'efficacia, si tornerà nella stessa condizione degli altri piloti. La conformazione dei 7 tracciati è ovviamente più che ispirata a quanto visto in Wipeout, mancano però le curve a gomito e i dislivelli mozzafiato che tanto fanno impazzire proprio i fan del gioco targato Studio Liverpool. Il risultato è dunque una sensazione di piattume generale, scelta però obbligata dal fatto che le navi, non avendo aerofreni di serie, non possono effettuare curve troppo strette limitandosi alla portata del timone virtuale. L'utilizzo "a tempo" degli aerofreni, come sanno tutti gli appassionati, è fondamentale anche per la correzione all'ultimo istante di traiettorie sbagliate; in Flashout 3D tutta la parte dedicata al controllo del mezzo è però limitata alla svolta a destra o a sinistra, non potendo neppure regolare a piacere l'accelerazione automatica. I controlli, affidati ai sensibili accelerometri, svolgono comunque egregiamente il loro compito, in maniera superiore anche alle controparti PS Vita di Wipeout 2048; la stessa cosa non può dirsi degli stick virtuali, che perdono miseramente contro quelli fisici e che ovviamente consigliamo di non usare. Non chiamatelo Wipeout Mancano inoltre sia i trick e i trucchetti che in Wipeout ci permettevano di guadagnare preziosi secondi, sia una gestione ottimizzata delle armi, impossibili da scartare. Particolarmente fastidioso il fatto che passando sopra un power up di un'arma, viene in automatico raccolta e sostituita al posto di quella in dotazione, anche se inferiore come potenza. Autopilota, scudo e turbo hanno almeno degli slot separati. I potenziamenti sono dunque pressoché identici a quelli del titolo d'ispirazione (mancano il raggio sanguisuga, il terremoto, il plasma, le bombe e le mine, che però ritroviamo disseminate come ostacoli a caso sulle piste) ma diversi, e pure molto, sono gli effetti dell'utilizzo. Esplosioni misere, effetto turbo appena abbozzato, nessuna particolare aura energetica per l'utilizzo dello scudo; tutto sembra ridotto ai minimi termini, forse al fine di preservare, e di questo va dato atto, l'incredibile fluidità di gioco. Anche sulla grafica in generale c'è poco da dire: colpo d'occhio di buon livello, a prima vista sembra addirittura molto curata, ma basta un fermo immagine per vedere quanto siano slavate le texture e quanto poco dettaglio sia presente in pista e sui mezzi. Resta comunque godibile, anche perché i momenti in cui si potrà ammirare il paesaggio da fermi sono davvero pochissimi. Flashout 3D - Trailer Flashout 3D - Trailer

Se analizzato come un generico titolo per iOS/Android, Flashout 3D non può che essere giudicato positivamente. Un racing game frenetico e veloce che non ha incertezze di framerate, con i power up e con una grafica più che accettabile è infatti semplicemente quello che ci si aspetta da un qualunque esponente del genere. Il problema nasce dal fatto che gli sviluppatori hanno chiaramente voluto tendere la mano a Wipeout, il miglior titolo della categoria, cercando di ricrearne le emozioni e non riuscendoci per tanti motivi, tra i quali il design povero dei tracciati e la mancanza di pieno controllo dei veicoli, inclusa la pesante assenza dell'aerofreno. Da questo punto di vista sarebbe forse stato meglio realizzare qualche omaggio o citazione al capolavoro Studio Liverpool, per poi dedicarsi ad un contesto totalmente nuovo, pur salvaguardando le meccaniche.

Giovanni Polito

Pro

  • Veloce e frenetico
  • Framerate stabile e grafica accettabile
  • Con le future aggiunte, garantite ore di gioco

Contro

  • Track Design scialbo
  • Controllo delle vetture limitato
  • E' un Wipeout "dei poveri"