7.0

Redazione

9.1

Lettori (5)


  • 4
  • 0
  • 5
  • 0

WordamentObiettivo parola 0

Anche Microsoft si butta nella mischia dei giochi di parole, puntando però sulle feature di Xbox LIVE

Il Gioco Gratis della Settimana è l'appuntamento di Multiplayer.it che, ogni sabato, mette sotto i riflettori un'app per iPhone scaricabile a costo zero. Non necessariamente titoli nuovi né di etichette di primo piano ma piuttosto, semplicemente, prodotti che meritano di essere presi in considerazione. A maggior ragione se non si deve sborsare nemmeno un centesimo.

In principio fu Boggle (noto in Italia come "Il Paroliere"), un gioco da tavolo con una tabella formata da sedici caselle "a incastro" e una serie di dadi sulle cui facce erano impresse lettere anziché numeri. Obiettivo parola A ogni partita, semplicemente, si mischiavano i dadi e si posizionavano casualmente nelle caselle, quindi entro un tempo limite bisognava formare il maggior numero possibile di parole, annotandole su di un pezzo di carta e tenendo poi conto del punteggio in base alla lunghezza delle composizioni. Il concept di Boggle è stato ovviamente tradotto in videogame, tanto in forma ufficiale quanto nella veste di cloni più o meno validi, il più noto dei quali attualmente è senz'altro Ruzzle (che abbiamo recensito qualche settimana fa). Caratterizzato da una modalità multiplayer asincrona che ci permette di sfidare amici o perfetti sconosciuti, il titolo di MAG Interactive ha il vantaggio di essere non solo molto semplice e divertente, ma anche di contare su di una struttura che inanella le partite senza soluzione di continuità, accumulando le sfide per poi farcele affrontare quando abbiamo un po' di tempo. Anche Microsoft ha deciso di gettarsi nella mischia con un prodotto similare, e così ecco Wordament, disponibile non solo su Windows Phone e Windows 8, ma approdato di recente anche su iPhone.

Sbloccami questo

Il titolo richiama la parola "achievement", e non lo fa a caso. Il gioco si collega infatti al nostro account LIVE, visualizzando l'eventuale avatar del gamertag e dandoci la possibilità di sbloccare veri Obiettivi durante le partite, che peraltro si svolgono in una sorta di cross-platform che mette nella stessa classifica gli utenti che fruiscono dell'esperienza sui terminali WP, su PC e, appunto, su iOS. Il gameplay di Wordament non consiste in sfide dirette, e ciò diminuisce inevitabilmente il suo appeal. Obiettivo parola Obiettivo parola Ci si cimenta più che altro con una continua ricerca del miglioramento, attraverso sessioni da due minuti in cui dobbiamo trovare il maggior numero possibile di parole sulla tabella, facendo attenzione non solo al valore numerico di ogni lettera (più è alto più sarà preziosa l'eventuale composizione) ma anche alle indicazioni "tematiche" che possono comparire in determinati momenti, e che premiano in modo particolare i termini attinenti all'argomento. Si parte dal fondo della classifica e, di partita in partita, si può migliorare la propria posizione e risalire la china, facendo magari riferimento a giocatori che si trovano poco davanti a noi tramite un semplice tocco del loro nome (in questo modo diventeranno "frenemies"). L'azione si svolge esattamente come in Ruzzle, ovvero trascinando il dito sul touch screen per comporre le parole (i comandi si rivelano fin da subito piuttosto precisi), ma con la piccola novità rappresentata dal pulsante per ruotare la tabella, mentre nella parte alta dello schermo l'indicatore del tempo scorre inesorabile. C'è una pausa di circa trenta secondi fra un tentativo e l'altro, e in questo lasso di tempo Wordament ci permette di analizzare la nostra performance con una lista dei termini trovati e non, anche sulla base delle singole caselle, prima di farci vedere il nostro nuovo piazzamento nella leaderboard. Come già accennato, si possono sbloccare dieci Obiettivi, ottenibili ad esempio completando dieci turni, trovando una parola tematica, usando tutte e sedici le caselle del tabellone, componendo la parola più lunga e così via.
Wordament - Trailer Wordament - Trailer

Wordament ripropone le meccaniche dell'originale Boggle in modo efficace, ma deve fare i conti su App Store (e Facebook...) con un prodotto "di moda" come Ruzzle, che con il suo multiplayer asincrono e le eventuali sfide con gli amici vanta attrattive ben maggiori di una anonima classifica e, dunque, delle partite in solitaria. La presenza di veri Obiettivi sbloccabili è un extra molto simpatico e può rappresentare una chiave di lettura per fruire dell'esperienza in un determinato modo, ma alla fine dei conti gli achievement sono solo dieci e alcuni anche piuttosto difficili da ottenere. Interessante invece l'analisi della prestazione alla fine di ogni "stint", che risulta più che gradita nell'ottica di migliorare colpo d'occhio e reattività. Un ottimo "allenamento", insomma, nell'attesa di contenuti più incisivi.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Gameplay collaudato
  • Buon vocabolario
  • Controlli reattivi e precisi

Contro

  • Si gioca da soli, in pratica
  • Solo dieci Obiettivi da sbloccare
  • Alla lunga può stancare