7.2

Redazione

5.4

Lettori (6)


  • 1
  • 2
  • 2
  • 0

GhostbustersNoi redivivi, loro redimorti! 0

Gli Acchiappafantasmi sono tornati e si preparano a ripulire New York da qualsiasi presenza sovrannaturale

Il Gioco Gratis della Settimana è l'appuntamento di Multiplayer.it che, ogni sabato, mette sotto i riflettori un'app per iPhone scaricabile a costo zero. Non necessariamente titoli nuovi né di etichette di primo piano ma piuttosto, semplicemente, prodotti che meritano di essere presi in considerazione. A maggior ragione se non si deve sborsare nemmeno un centesimo.

È dai tempi del Commodore 64 che gli Acchiappafantasmi godono di trasposizioni videoludiche. Del resto stiamo parlando di un film del 1984, che cinque anni dopo ha visto l'uscita di un sequel e che dovrebbe tornare in grande stile con un terzo capitolo l'anno prossimo, per la gioia dei nostalgici. Conosciamo tutti Peter Venkman, Ray Stantz, Egon Spengler e Winston Zeddemore, sono personaggi ormai entrati nell'immaginario collettivo e la loro presenza in un videogame non può che essere gradita. Noi redivivi, loro redimorti! Abbiamo dunque accolto con entusiasmo l'uscita di Ghostbusters su App Store, un curioso mix fra un RTS e un gestionale che ci vede da un lato organizzare la squadra, l'equipaggiamento e tutto il resto, dall'altro rispondere alle chiamate dei cittadini newyorkesi che si trovano ad avere a che fare con un fantasma, recandoci sul posto e "acchiappando" l'ectoplasma di turno. La trama del gioco si svolge in teoria dopo gli eventi del primo film, anche se compaiono alcuni elementi visti nel sequel (ad esempio il "gel" con cui gli eroi riescono a donare vita alla Statua della Libertà). Il ragazzo coi capelli ricci che si offre volontario per gli esperimenti psichici del dottor Venkman, quello che si vede durante i primi minuti del film, scopre infatti di possedere dei poteri sovrannaturali e vuole vendicarsi per il trattamento ricevuto. Viene dunque convocato da una presenza misteriosa che si prepara a scatenare l'inferno proprio nel centro della città, infestando un intero palazzo. Che si tratti di nuovo del terribile Gozer?

E chi chiamerai?

Durante i primi minuti è tanta la carne al fuoco messa da Ghostbusters, forse anche troppa e ci si può un attimo confondere. La fase gestionale prevede infatti la realizzazione di studi per l'acquisizione di nuovo equipaggiamento, la personalizzazione dei membri della squadra e un simpatico prontuario con le caratteristiche di ogni fantasma acchiappato. Il quartier generale degli Acchiappafantasmi è a nostra completa disposizione, con l'immancabile Janine che risponde al telefono, e possiamo passare da un piano all'altro della struttura facendo scorrere le dita sullo schermo del dispositivo. Noi redivivi, loro redimorti! Terminati i compiti che ci attendono in questa parte dell'esperienza, ecco che arriva l'azione vera e propria, nella fattispecie le missioni in città. Premendo l'apposita icona, ci si sposta su di una mappa di New York e da lì è possibile dedicarsi alla cattura dei fantasmi, spendendo una certa quantità di punti-energia (si tratta pur sempre di una produzione freemium, non dimentichiamocelo) ma guadagnando una somma di denaro nel caso in cui tutto vada come deve andare. In tale frangente il gioco diventa una sorta di strategico in tempo reale: la nostra squadra di Acchiappafantasmi si trova all'interno di uno scenario e deve vedersela con vari ectoplasmi che arrivano dai lati, cercando di concentrare le forse e minimizzare i danni finché ogni fantasma non è stremato e può essere rinchiuso nella "trappola". I personaggi si controllano "trascinandoli" e allo stesso modo si seleziona un bersaglio per i loro raggi protonici, bersaglio che va poi toccato quando è il momento di lanciare l'unità di contenimento. Le prime missioni sono piuttosto semplici, ma ben presto il grado di sfida aumenta e vengono introdotte nuove tipologie di avversari, il che rende il tutto sufficientemente interessante sul lungo periodo. Peccato che a un certo punto gli slime richiesti per accedere alle nuove sfide della quest principale diventino davvero troppi. Sul fronte tecnico è stato fatto un buon lavoro: lo stile grafico non è sempre entusiasmante ma funziona, mentre la colonna sonora si rifà a quella del film e dunque riporta alla mente tanti ricordi divertenti.
Ghostbusters - Trailer Ghostbusters - Trailer

Ghostbusters utilizza la licenza del film di Ivan Reitman in modo interessante e simpatico, pescando dai vari elementi visti nella saga e aggiungendo nuovi personaggi in una struttura che ben si presta a sessioni di gioco rapide ed estemporanee. La presenza dei punti-energia ci obbliga di fatto a spezzettare l'esperienza e a portare a termine solo un tot di missioni per volta, ma ciò non ci impedisce di far crescere i membri della squadra, svilupparne l'equipaggiamento e fronteggiare ectoplasmi sempre più pericolosi, avanzando nel frattempo verso i piani alti del palazzo infestato che rappresenta il fulcro della trama. Peccato solo che la fase action appaia un po' limitata nelle sue sfaccettature. Ad ogni modo, i nostalgici non potranno che gradire.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Licenza ben utilizzata
  • Semplice ma stuzzicante
  • Tantissime missioni...

Contro

  • ...ma la ripetitività è dietro l'angolo
  • I limiti del formato freemium si sentono
  • Lo stile grafico potrebbe non piacere