6.2

Redazione

6.3

Lettori (2)


  • 0
  • 1
  • 0
  • 0
  • Data di uscita: 14 marzo 2013
  • Piattaforme: iphone, ipad
  • Tipologia di gioco: Action

Le VampIl vampiro che sussurrava ai maiali 2

Dopo la versione mobile di The Conduit, High Voltage Software si cimenta con un endless run "al contrario"

Che il genere dei running game sia fra quelli più popolari su App Store non c'è alcun dubbio, e l'incredibile successo dei vari Temple Run e Jetpack Joyride (per citare entrambe le interpretazioni, in terza persona "verticale" e bidimensionale "orizzontale") lo dimostra. Questo fenomeno ha però portato al contempo a una rapida saturazione del mercato e, di conseguenza, all'esaurimento di tutte le possibilità offerte da tale tipologia di prodotti. Il vampiro che sussurrava ai maiali Bisogna ammettere, tuttavia, che finora pochi o nessuno avevano tentato il percorso "inverso", ovvero sviluppare un endless run in cui il giocatore non controlla il personaggio che corre all'infinito, in fuga da chissà quale minaccia, bensì l'ambiente che lo circonda, allo scopo di "alimentare" lo sprint del protagonista ed evitare che venga acciuffato. È appunto il caso di Le Vamp, il nuovo mobile game di High Voltage Software, team autore di The Conduit. Utilizzando un approccio semplice e simpatico, il gioco si basa sulla fuga di un piccolo vampiro da un'orda di villici francesi che lo inseguono con torce e forconi, rifacendosi a una scena che fa parte dell'immaginario collettivo e che vede i mostri darsela a gambe quando si ritrovano contro una folla inferocita. Il novello Dracula dunque corre verso la salvezza, ma le sue energie sono limitate e il nostro obiettivo è quello di rimpinguarle, nonché di liberargli la strada da ostacoli sempre più numerosi e insidiosi, utilizzando il touch screen per spostare oggetti e personaggi alla bisogna.

Maialini coraggiosi

Il "carburante" di cui il protagonista ha bisogno per continuare a correre e distanziare i propri inseguitori è il sangue, nello specifico quello di paffuti maialini che si trovano sventuratamente sulla sua strada e che possiamo lanciare all'indirizzo delle fauci del vampiro con un semplice gesto. Il vampiro che sussurrava ai maiali Il gameplay di Le Vamp non si limita però a questo e così, man mano che le distanze si allungano, nello scenario compaiono nemici e ostacoli che dobbiamo prontamente eliminare: mostriciattoli da "schiacciare" verso il basso oppure da tirare fuori dal terreno prima che il nostro personaggio vi passi sopra, zucche da far esplodere rapidamente prima di saltare da un'altura, raggi di sole da bloccare con le dita, tronchi d'albero da abbattere per creare improvvisati punti sull'acqua e finanche maialini all'aglio, che anziché nutrire danneggiano il nostro piccolo non-morto. Sparse all'interno dello scenario ci sono inoltre tantissime monete che possiamo raccogliere con un tocco e che si riveleranno utili per acquistare i tradizionali potenziamenti. Il punto di forza del gioco risiede senz'altro nel comparto tecnico, con una grafica dallo stile gradevolissimo, colorato e simpatico, che non si dimentica neppure di riempire lo sfondo di elementi per dare un'idea di profondità. Purtroppo, però, gli altri aspetti del titolo di High Voltage Software non convincono. I controlli touch, in primis, non sono sufficientemente affidabili e ciò si traduce nel game over non appena la velocità dell'azione aumenta oltre un certo limite. Le Vamp è il tipico mobile game da giocare con l'indice anziché con i pollici, ma nonostante ciò succede davvero troppo spesso che i tocchi vadano a vuoto. In secondo luogo, le situazioni che ci troviamo ad affrontare durante la corsa sono discretamente numerose ma tendono a ripetersi in modo poco gradevole, sfociando in un'esperienza molto limitata.
Le Vamp - Teaser trailer Le Vamp - Teaser trailer

È apprezzabile il tentativo di introdurre alcuni elementi innovativi in un genere inflazionato come quello degli endless run, ma per una serie di motivi Le Vamp proprio non decolla. Colpa dei controlli touch non sufficientemente affidabili, con i tocchi che vanno troppo spesso a vuoto e che determinano il game over non appena la velocità dell'azione diventa tale da non perdonare alcuna incertezza, ma anche di una struttura che finisce per ripetersi troppo presto, ovvero che non "dosa" le situazioni in modo da riservarci qualche sorpresa più in là. È un peccato, perché il gioco può contare su di una grafica davvero buffa e gradevole, nonché su di un'ottima caratterizzazione dei personaggi, che andrebbero senz'altro recuperati in futuro, magari con un bel platform.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Grafica carinissima
  • Personaggi simpatici e ben caratterizzati
  • Gameplay innovativo rispetto al genere...

Contro

  • ...ma i controlli non sono abbastanza affidabili
  • La struttura esaurisce troppo presto le sue idee
  • Ci sono molte alternative migliori su App store