7.2

Redazione

6.1

Lettori (13)


  • 4
  • 4
  • 8
  • 0

Injustice: Gods Among UsInfinity Briscola 5

La moda di trasformare cruente lotte a due in tranquille partite di carte sembra aver contagiato anche l'universo DC, ma qualcosa deve essere andato storto...

Il Gioco Gratis della Settimana è l'appuntamento di Multiplayer.it che, ogni sabato, mette sotto i riflettori un'app per iPhone scaricabile a costo zero. Non necessariamente titoli nuovi né di etichette di primo piano ma piuttosto, semplicemente, prodotti che meritano di essere presi in considerazione. A maggior ragione se non si deve sborsare nemmeno un centesimo.

Reduci dal successo del reboot di Mortal Kombat, i ragazzi di NetheRealm Studios hanno indirizzato la loro attenzione (e il loro talento) verso il sempreverde universo DC Comics. Il mondo di Batman, Superman, delle Lanterne e di tutti gli altri famosi protagonisti vive un'attenzione videoludica particolare in questi anni, che fa quasi da contraltare a quella cinematografica riservata agli eroi Marvel. Con un RPG tutt'ora ben frequentato su PS3 e PC e con una precedente comparsa proprio nel mondo dei picchiaduro, grazie al discreto crossover Mortal Kombat vs DC Universe, l'ispirazione non sembra mancare. A pochi giorni dalla release principale, quella su PS3, Xbox 360 e Wii U, Injustice: Gods Among Us compare dunque sui terminali iOS regalando una sorta di ricco antipasto, a base di combattimenti e...carte.

Scopone fantascientifico

Per raccontare le peculiarità di Injustice: Gods Among Us nella sua versione mobile, è necessario per una volta sovvertire il tradizionale ordine dei punti di vista, che vede relegato il comparto tecnico a chiosa finale. Infinity Briscola Il motivo è presto detto: per un fan della DC infatti, già il semplice avvio della corposa app dopo l'installazione potrebbe causare fortissime sensazioni di piacere, dovute alle eccezionali foto in altissima risoluzione di svariati tipi di dettagli, presi a caso dalle tute e dalle armature di eroi e cattivi. Quella del "feticismo tecnico", per così dire, è una fissazione ben nota e fortemente sfruttata a danno degli appassionati più puri, quelli in grado di spendere centinaia o anche migliaia di euro per un accessorio o una statuetta dal dettaglio perfetto. Visti i presupposti, è naturale attendersi dal punto di vista grafico prestazioni sopra la media; infatti, la realizzazione poligonale dei personaggi, frutto del sempre eccezionale Unreal Engine, è strabiliante, così come la risoluzione delle texture e la fluidità dei movimenti. Un incredibile sfoggio di potenza e qualità, tale da lasciare per qualche secondo senza parole. Una volta ripresi da cotanto splendore, arriva il momento di cominciare concretamente a giocare; i combattimenti, rigorosamente tre contro tre ma in modalità "tag", ricalcano quasi per intero le meccaniche già viste nella serie Infinity Blade. Da una posizione statica e con visuale parzialmente decentrata, è dunque possibile eseguire attacchi deboli, forti, in combo e super, oltre ovviamente alla parata, il tutto con semplici tocchi e "slide" singoli o concatenati. Gli attacchi in combo e quelli super, se eseguiti correttamente, possono attivare una sorta di Quick Time Event contestuale, utile per amplificarne la portata e il danno inflitto; la parata si attiva invece con un tocco doppio simultaneo. Infinity Briscola E' insomma chiaro che, al di là della curiosità di vedere i colpi speciali di tutti i famosi eroi e "villain" presenti, dopo aver combattuto nello stesso identico modo una serie di nemici, la sensazione di ripetitività viene inevitabilmente a galla. Per cercare di dare un senso a queste altrimenti inutili successioni di scazzottate, ecco finalmente apparire l'elemento grande assente fin'ora in questa disamina, ossia le carte. Ogni squadra di lottatori di Injustice: Gods Among Us è infatti definita dalle proprie carte in possesso, che si possono vincere dopo una serie di trionfi in battaglia ma soprattutto sono acquistabili spendendo vero denaro; le carte rappresentano lo status del lottatore e dopo ogni incontro le statistiche vengono incrementate, fino a salire di livello. In breve, gli upgrade dei personaggi, invece di avvenire direttamente sul proprio alter ego virtuale, si manifestano sulle carte che li rappresentano. Oltre alle carte personaggio, indispensabili per giocare, esistono anche quelle di supporto, utili per aggiungere poteri e miglioramenti ai propri lottatori. Con la presenza dei tradizionali "booster pack" generici, dal contenuto a sorpresa, si esaurisce la ben magra vena "cartacea" del gioco. Injustice: Gods Among Us - Trailer della versione iOS Injustice: Gods Among Us - Trailer della versione iOS

L'app Android

Injustice: Gods Among Us non ha ancora la sua versione ufficiale Android, tuttavia sul Google Play Store è presente un'app dallo stesso nome ma che in realtà è una sorta ti utility, una guida al gioco in uscita, ricca di informazioni e curiosità. Non si tratta dunque del gioco trattato in questa sede ma, essendo gratuita, le si può tranquillamente dare un'occhiata, a questo link.

Non bastano le carte a fare un gioco di carte e, perdonando il bisticcio di parole, non bastano nemmeno combattimenti statici e ripetitivi a fare di un titolo un picchiaduro. Eppure Injustice: Gods Among Us è, per i fan DC e per i futuri acquirenti della versione console, un download certamente consigliato. Al di là delle meraviglie tecniche e della cura maniacale per i dettagli, vedere potenziato il proprio eroe preferito, seminando morte e distruzione, fa sempre piacere, quanto meno inizialmente. L'idea delle carte però, così come è implementata, non ha in effetti alcun senso, se non quello di cercare l'ovvio guadagno.

Giovanni Polito

Pro

  • Tecnicamente impressionate
  • Roster numeroso e vario
  • Bonus sbloccabili nella versione console

Contro

  • La storia del gioco di carte non regge
  • I combattimenti sono poco profondi
  • Longevo ma ripetitivo