7.0

Redazione

7.9

Lettori (3)


  • 1
  • 1
  • 3
  • 0

Blitz BrigadeTeam Fortress in salsa mobile? 18

L'ultimo clon... ehm, l'ultima fatica di Gameloft è un FPS freemium fortemente orientato al multiplayer

A livello mondiale, la base installata di dispositivi iOS e Android è enorme, dunque uno sparatutto multiplayer di qualità, peraltro scaricabile gratuitamente, potrebbe davvero fare il botto e ridefinire il concetto di mobile gaming. Ci hanno provato in tanti, ma i problemi sono noti: in primo luogo non è ancora stata trovata una soluzione universalmente efficace per avere un sistema di controllo touch che sia al contempo preciso e immediato; in secondo luogo ci sono i limiti delle infrastrutture chiamate a gestire il traffico generato da una mole di partite online che può raggiungere numeri spaventosi. Team Fortress in salsa mobile? Insomma, il concetto è preciso e sulla carta terribilmente affascinante, ma finora non si è concretizzato. A fare un ulteriore tentativo in tal senso non poteva che essere Gameloft, una delle aziende più impegnate sul fronte mobile, che ha portato su App Store e Google Play Blitz Brigade, un FPS orientato appunto al multiplayer ma dotato altresì di una corposa componente single player, con ben centoventi missioni di addestramento che possono preparare a qualsiasi situazione prima di avviare il matchmaking e lanciarsi nella mischia. A dire la verità, le prime settimane di vita del gioco non sono state tutte rose e fiori, anzi: il discutibile inserimento di un sistema di "gettoni" per fare una partita, legato a doppio filo alla natura freemium della produzione, ha letteralmente tagliato le gambe all'esperienza e moltissimi utenti hanno abbandonato la nave non appena si sono resi conto di quale diavoleria Gameloft avesse messo a punto per costringerli a mettere mano al portafogli. Sì, perché i gettoni andavano necessariamente acquistati con denaro reale. Per fortuna c'è stato un rapidissimo rinsavimento (dettato, con ogni probabilità, dal crollo dei download) e l'attuale presenza degli IAP nel gioco appare relativamente limitata, con qualche vantaggio extra per chi spende (ad esempio il respawn immediato, oppure la possibilità di sbloccare subito nuove classi, o ancora il potenziamento istantaneo delle armi) ma, alla fine dei conti, nulla che non si possa ottenere anche con un po' di sana pratica.

Fuoco cartoonesco

Parlavamo poc'anzi dell'annosa questione dei controlli touch per quanto riguarda il genere dei first person shooter. Ebbene, Blitz Brigade adotta una soluzione che si rivela fin da subito discretamente valida, con doppio stick virtuale per il movimento del personaggio e della visuale, nonché un pulsante di fuoco separato che, una volta premuto, può essere a sua volta "spostato" per mirare e sparare contemporaneamente. Niente di nuovo sotto il sole, ma l'implementazione di un lock-on semiautomatico rende tale configurazione efficace e consente di muoversi con relativa tranquillità all'interno degli scenari, cimentarsi con furiosi scontri a fuoco e magari fuggire perché la nostra barra dell'energia (che non si ripristina automaticamente) è ridotta ai minimi termini. Team Fortress in salsa mobile? A questi comandi si aggiungono quello per il cambio dell'arma equipaggiata, per il salto e per la corsa, che altro non è che una sorta di secondo stick sinistro per gli spostamenti rapidi: ottima intuizione. È finanche possibile attivare il giroscopio per gestire in tal modo la visuale, ma la cosa non ci ha fatto impazzire. Veniamo quindi al fulcro dell'offerta, ovvero il multiplayer online. È possibile accedere al proprio account Gameloft Live oppure utilizzare le proprie credenziali Facebook, ma la mancanza di un automatismo in tal senso rende un po' troppo lenta e macchinosa la procedura. Avviato il matchmaking, si può scegliere se cercare una partita veloce con regole random oppure selezionare le modalità deathmatch o dominio, le uniche due al momento disponibili, che prevedono rispettivamente un massimo di otto e dodici giocatori su tre possibili mappe: Forte di Malta, Madagascar e Rovine del Madagascar. Sono due anche le classi immediatamente accessibili, Soldato e Mitragliere, mentre le altre (Cecchino, Medico e Guerrigliero) vanno sbloccate salendo di livello (oppure spendendo dei diamanti, se ne abbiamo). L'azione si rivela divertente e spensierata, com'era lecito aspettarsi, seppure al momento viziata dalla mancanza di varietà e dipendente dalla qualità delle connessioni e da server che in questi giorni non brillano per efficienza. Inappuntabile, invece, il comparto tecnico: la grafica è fluida, colorata, disegnata con un ottimo stile cartoon che ricorda senz'altro Team Fortress 2. Blitz Brigade - Trailer di presentazione Blitz Brigade - Trailer di presentazione

Con Blitz Brigade Gameloft gioca la carta dello sparatutto mobile in multiplayer e arriva quasi a centrare il clamoroso bersaglio. Diciamo "quasi" perché il gioco si presenta ancora come una sorta di "cantiere aperto", dopo il rapido dietrofront sulla discutibile scelta dei gettoni e la risoluzione di problematiche più o meno gravi che affliggevano il matchmaking e la qualità del comparto online in generale. Quello che ci viene offerto oggi è dunque un prodotto molto bello da vedere, dotato di un sistema di controllo touch non perfetto ma sicuramente efficace, foriero di un'azione sinceramente divertente laddove tutto funziona alla perfezione. Il problema è appunto quando ciò non si verifica, il che succede ancora troppo spesso e rimanda dunque il discorso ai prossimi aggiornamenti, che si spera porteranno con sé anche qualche nuova mappa e modalità.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Grafica fluida, colorata, ben disegnata
  • Controlli touch sopra la media degli FPS
  • Azione frenetica e divertente...

Contro

  • ...quando tutto funziona a dovere
  • Due modalità e tre mappe: per il momento è poco
  • Ci sono ancora tanti piccoli problemi da risolvere

Con Blitz Brigade Gameloft arriva quasi a centrare il clamoroso bersaglio