Asterix: Sono Pazzi Questi Galli!Galletti ruspanti e minigame 

Asterix, Obelix e i loro amici galli sono protagonisti di un simpatico party game per Nintendo DS pensato per i più piccoli.

Creato da Goushinny e Uderzo nel 1959, Asterix è un personaggio dei fumetti conosciuto in tutto il mondo. Tale popolarità è probabilmente dovuta alle numerose trasposizioni animate, tutte di grande successo, che hanno garantito alla serie una diffusione maggiore rispetto a quanto possibile con i tradizionali albi a fumetti. Negli ultimi anni sono stati prodotti persino film cinematografici dal vivo, l'ultimo dei quali ("Asterix alle Olimpiadi") ha visto la partecipazione di numerosi personaggi dello sport e ha ispirato la realizzazione di un videogame multipiattaforma divertente e ben fatto. Su Nintendo DS sono diversi i giochi dedicati ad Asterix, e nel caso di Asterix: Sono Pazzi questi Galli! ci troviamo di fronte a un party game che fa un po' il verso al tradizionale "gioco dell'oca" ed è chiaramente dedicato a un pubblico di giovanissimi.

Lancia i dadi!

Dalla schermata di avvio bisogna selezionare il proprio personaggio e il suo avversario fra i quattro galli disponibili (Asterix, Obelix, il cantore Cacofonix e il capo del villaggio Vitalstatistix), quindi lo scenario della partita fra il villaggio, il bosco, il mare e il campo dei romani. Galletti ruspanti e minigame Si può giocare da soli o con un amico, alternandosi sulla stessa console. Lo svolgimento della partita è semplice: a turno si "tirano i dadi" e il personaggio si sposta di un certo numero di caselle sul percorso. A seconda della casella su cui si ferma deve affrontare uno o più minigame, ma può anche saltarli sacrificando uno dei tre cinghiali in dotazione. Non ci sono davvero dei dadi da tirare, bensì i personaggi tirano un pugno a un soldato romano che vola via per la forza dell'impatto e appunto atterra sulla casella prescelta. Si può dosare la forza del lancio facendo attenzione all'icona a forma di pugno che compare quando è il nostro turno: se tocchiamo lo schermo quando il pugno è piccolo, il lancio sarà debole; se invece lo tocchiamo quando il pugno è grande, potremo avanzare anche di cinque o sei caselle. Vince la partita chi finisce più lontano dopo aver tagliato il traguardo, a parità di turni.

Minigame per tutti

Galletti ruspanti e minigame Come sempre accade per questo genere di prodotti, il punto di forza è rappresentato dalla grande quantità di minigiochi disponibili. In Asterix: Sono Pazzi questi Galli! ne troviamo ben venti, divisi per i quattro scenari selezionabili. Ognuno può essere giocato in modalità normale o esperto, con una variazione sostanziale della difficoltà. Per fare un esempio, in una delle sfide dobbiamo memorizzare visivamente il contenuto di quattro piatti per poi riprodurre correttamente le pietanze: se nella modalità normale abbiamo solo una pietanza per piatto, nella modalità esperto le pietanze diventano due e azzeccarle tutte diventa davvero difficile. C'è una divisione dei giochi per tipologia: ci sono quelli basati appunto sulla memoria, quelli che ci chiedono semplicemente di strofinare velocemente la stilo sul touch screen, quelli in cui conta la velocità, ecc. In un minigioco dobbiamo toccare il giusto colore quando una nota attraversa tutto il pentagramma di Cacofonix, in un altro ci troviamo dal pescivendolo del villaggio gallico e dobbiamo semplicemente mettere nella borsa i pesci indicati sullo schermo. C'è un bel po' di varietà, da questo punto di vista.

Disegni animati

Per la realizzazione del gioco, gli sviluppatori hanno cercato quanto più possibile di mantenere una certa aderenza con i fumetti dedicati ad Asterix. Ciò traspare non solo dalla ricca quantità di extra sbloccabili, costituiti per lo più da vignette e da schede dei personaggi, ma anche e soprattutto dalla grafica. Lo scenario durante la partita non scorre nel modo più fluido che si sia mai visto, ma i galli appaiono ben disegnati e dotati di animazioni molto carine. I colori la fanno da padrone, con tonalità sempre vivaci e brillanti a sottolineare l'atmosfera gioiosa che pervade questo party game. Unico neo il sonoro, troppo ripetitivo ed essenziale.

Ci piace

  • Un buon numero di minigiochi
  • Grafica carina
  • Abbastanza vario

Non ci piace

  • Solo per giovanissimi

TI POTREBBE INTERESSARE