Cooking Mama 3In cucina con Mama, di nuovo 

Torna la piccola Mama milionaria con il suo terzo capitolo per Nintendo DS: facciamo la spesa e prepariamo i fornelli

Natale si presenta come la stagione ideale per un nuovo Cooking Mama, e infatti è proprio il periodo delle festività e dello shopping forsennato a capitare a fagiolo per l'uscita del terzo capitolo nella serie della piccola cuoca, geniale titolo che ha già conquistato un numero enorme di appassionati, specialmente tra il pubblico più giovane e prevalentemente femminile. In cucina con Mama, di nuovo La struttura è semplice, Cooking Mama 3 è, come i suoi predecessori, essenzialmente una raccolta di mini-game da affrontare in maniera sequenziale, tutti a tema culinario. Non si tratta di una guida di cucina vera e propria, tipo La Guida in Cucina: Che si Mangia Oggi?, ma di un vero e proprio gioco, ispirato però all'arte culinaria. All'interno delle varie modalità, si tratta comunque sempre di portare a termine la preparazione di un piatto preso dalla vastissima scelta presente nella cartuccia, costituita da circa 80 pietanze diverse. La preparazione del piatto avviene attraverso varie e semplici prove di abilità che simulano le classiche azioni da effettuare in cucina, tutte coinvolgenti il pennino e il touch screen della console: con rapidi tocchi sullo schermo sarà necessario, ad esempio, tagliare le verdure, mischiare gli ingredienti, accendere ed utilizzare al meglio gli elettrodomestici, regolare la cottura, muovere la padella e tante altre situazioni diverse. Vari passi posti in successione compongono l'intero iter di preparazione del piatto, ognuno dei quali risolvibile con risultati variabili a seconda del tempismo e della correttezza nei movimenti fino ad arrivare alla conclusione e dunque a servire la pietanza pronta in tavola, che a seconda di come abbiamo svolto i vari compiti risulterà più o meno buona, facendoci guadagnare un punteggio variabile. Ovviamente, i piatti più difficili richiederanno un maggior numero di passaggi ed azioni più complicate rispetto a quelli basilari. La meccanica centrale del gioco è dunque quella ben rodata che ha caratterizzato già i primi due capitoli, mentre le nuove introduzioni si limitano ad aggiunte marginali, che comprendono nuove modalità di gioco e la possibilità di acquistare gli ingredienti, cosa rappresentata di per sé da un altro mini-gioco.

Possibilità diverse

La prima schermata dopo la presentazione ci consente di selezionare 5 diverse modalità, più 4 opzioni aggiuntive che ci permettono, tra le altre cose, di modificare l'aspetto del gioco cambiando abiti e accessori per Mama o scegliendo nuove decorazioni per la cucina e gli oggetti utilizzabili. Con "Cucina con Mama" ci troviamo essenzialmente a fare pratica con i vari piatti presenti, affrontando i mini-giochi culinari senza particolari pressioni e con la garanzia di Mama che ci viene in soccorso in caso di fallimento; con "Cuciniamo!" invece si inizia a fare sul serio: Mama si limita ad osservare lasciandoci il campo completamente libero per l'azione, mentre cerchiamo di produrre un piatto appetitoso per qualche ospite. In cucina con Mama, di nuovo Ci troviamo dunque a dover apprendere le azioni da effettuare in pochi secondi ed eseguirle al meglio, pena la chiusura prematura della partita a causa di un vero e proprio disastro culinario. "Abbiniamo!" è una delle novità introdotte in Cooking Mama e consente di creare piatti più elaborati aggiungendo a piacere diversi ingredienti e sperimentando così accostamenti nuovi e raffinati, sempre portando a termine le varie fasi di preparazione attraverso i mini-giochi. Infine, "Comperiamo!" è la vera e propria innovazione di questo terzo capitolo: si tratta in questo caso di andare a fare la spesa, all'interno di un mini-gioco che ricorda un po' i vecchi classici in stile Pac-Man. Girare tra i banchi del supermercato richiede infatti qui precisione e tempismo, trovandoci a cercare di raccogliere un dato numero di ingredienti entro un limite di tempo prefissato ma al contempo avendo a che fare con commessi, fattorini e clienti che ci ostruiscono la strada costringendoci, nel caso in cui se ne entri in contatto, a sottoporci ad ulteriori mini-giochi d'abilità che oltre a farci perdere tempo possono costare la chiusura prematura della spesa se vengono falliti a ripetizione. "Gara di Cucina" ci permette di sfidare noi stessi cercando di completare i vari mini-giochi nel minor tempo possibile oppure sfidare gli amici in multiplayer attraverso la connessione wireless di Nintendo DS. Il punteggio raccolto al termine della preparazione dei piatti nelle varie modalità sblocca gli elementi utilizzabili per personalizzare i personaggi e la cucina in "Cambia Stile" e "Decoriamo", mentre nel "Diario" è possibile raccogliere i risultati ottenuti e le "fotografie" scattate ai piatti.

Video di presentazione

Colori e sapori

Non cambia effettivamente molto dai primi due capitoli a questo Cooking Mama 3: "squadra che vince non si cambia", d'altra parte, e questa sembra proprio la filosofia adottata da Majesco per questo terzo episodio della cuochina. In cucina con Mama, di nuovo La rappresentazione grafica non presenta particolari stravolgimenti tranne una maggiore possibilità di personalizzare e modificare l'aspetto di Mama, della cucina e degli oggetti utilizzabili, per il resto l'aspetto è rimasto invariato, con tutti i suoi colori sgargianti e i disegni stilizzati ma molto precisi, soprattutto per quanto riguarda la rappresentazione degli ingredienti e dei piatti. I controlli rispondono molto bene e in maniera immediata, cosa basilare in un gioco che fa del tempismo e del corretto movimento del pennino sul touch screen i suoi elementi fondanti, rendendoli intuitivi e accessibili anche (e soprattutto) ad un pubblico molto giovane. L'aggiunta della "spesa" è una novità anche per quanto riguarda la sua stessa rappresentazione, visto che in questo caso si assiste ad una visuale inedita dall'alto e ad una struttura del tutto differente da quella normale, cosa che non mancherà di piacere agli appassionatissimi che hanno già spolpato ampiamente i due capitoli precedenti e avranno certamente voglia di qualcosa di nuovo. Proprio su questo fronte si nota il maggiore punto debole di Cooking Mama 3, che di fatto non offre poi molte variazioni rispetto al resto della serie, al di là di un repertorio di piatti rinnovato, basandosi per il resto sulla ben rodata e comunque piacevole struttura dei mini-giochi nata con il primo capitolo. Per quanto riguarda l'audio, la colonna sonora presenta musiche d'accompagnamento orecchiabili e vivaci, mentre si segnala una traduzione completa del gioco in Italiano anche per quanto riguarda le sporadiche frasi parlate di incitamento o rimprovero.

Ci piace

  • Circa 80 nuovi piatti da scoprire
  • Divertente la nuova modalità "spesa"
  • I mini-giochi sono sempre divertenti

Non ci piace

  • Poche le novità strutturali
  • Può annoiare a lungo andare
  • Poco adatto ai più grandicelli