8.8

Redazione

8.9

Lettori (177)


  • 161
  • 5
  • 186
  • 36

ModNation RacersDerapate, kart e pupazzi 6

Definito da molti come il "LittleBigPlanet dei giochi di corsa", ModNation Racers ci permette di correre, creare e divertirci sia da soli che online.

Versioni testate: PlayStation 3 e PSP

Non è passato molto tempo da quando gli sviluppatori di United Front Games hanno rilasciato la beta multiplayer del loro ModNation Racers, eppure sono numerosi i miglioramenti tecnici apportati all'esperienza di gioco. Quello che salta subito all'occhio è il lavoro di ottimizzazione effettuato per rendere il frame rate stabile e costante durante le gare: se nella beta si notavano vistosi cali, nella versione finale tali fenomeni sono stati davvero ridotti all'osso. Non si può dire lo stesso delle "pause" fra una corsa e l'altra all'interno del ModSpot, che per via dei continui aggiornamenti (con giocatori che vanno e vengono, statistiche e classifiche modificate in tempo reale, ecc.) purtroppo non è esente da "scatti". Derapate, kart e pupazzi E poi c'è l'annosa questione dei caricamenti, davvero lunghi e frequenti, a cui dopo un po' si fa l'abitudine e che per fortuna dovrebbero essere limati da una patch a cui pare stiano già lavorando. Troppi dettagli tutti insieme? Ok, allora procediamo con un minimo d'ordine: per chi non lo sapesse, ModNation Racers è un gioco di corse (appartenente al sottoinsieme dei kart racer) caratterizzato dal classico approccio arcade con boost, acrobazie e armi in pista, ma soprattutto dalla possibilità di modificare o creare da zero personaggi, veicoli e tracciati per poi condividerli con gli altri utenti. La modalità in singolo ci propone la storia di Tag, un pilota giovane e ribelle che grazie alla sponsorizzazione di un piccolo negozio di vernici realizza il sogno di prendere parte al ModNation Racers Championship (MRC). Il ragazzo viene assistito da un capomeccanico molto speciale, che ha abbandonato le competizioni anni prima in seguito a un terribile incidente ma è ancora determinato a dimostrare il proprio valore, anche e soprattutto nei confronti del perfido pilota italiano (ebbene sì) che lo speronò mandandolo fuori strada. Non appena le cose cominciano a ingranare, però, un ricco e malvagio zio si presenta nel box di Tag con l'intenzione di metterlo sotto contratto a tutti i costi. La storia ricorda molto quella del classico "Mach 5 Go! Go! Go!", con l'impresa familiare che si ritrova a competere con una grossa multinazionale senza scrupoli e il pilota che non sa bene da che parte stare, e nel caso di ModNation Racers viene raccontata con grande umorismo, attraverso una serie di sequenze animate contraddistinte da un ottimo doppiaggio in Italiano.

Derapata depravata

La modalità "carriera" è divisa in cinque fasi, ognuna composta da un numero variabile di gare dalla difficoltà crescente. Talvolta ci propone dei tutorial utili per capire il funzionamento del nostro kart, nonché le tante risorse a nostra disposizione per ottenere il successo in pista. La partenza è uno dei momenti più importanti, perché è possibile ottenere una spinta addizionale nel caso in cui si premano l'acceleratore e il tasto del boost nell'istante in cui i semafori diventano verdi (non a caso il tempo di accensione delle luci viene cambiato a ogni gara): il nostro kart schizzerà in avanti seminando buona parte degli avversari, sempre che non siano stati altrettanto abili. Derapate, kart e pupazzi Condurre una gara in testa è un compito estremamente delicato, perché gli altri piloti possono spararci contro di tutto e dobbiamo cercare di tenere la barra del boost sempre piena per poter attivare uno scudo energetico all'occorrenza, oppure sperare di raccogliere le armi giuste per quel tipo di situazione (le mine, nella fattispecie). L'unica barra dell'energia con cui avremo a che fare è appunto quella del boost, che si riempie effettuando derapate più lunghe possibile nonché eseguendo delle acrobazie e delle rotazioni durante i salti. Possiamo consumarla utilizzando lo scudo, come già detto, speronando gli avversari oppure, chiaramente, attivando il boost. Per quanto riguarda le armi, possiamo raccoglierle passando attraverso determinate zone del tracciato e decidere di utilizzarle immediatamente oppure di potenziarle (raccogliendole nuovamente) fino a tre volte per un risultato tanto spettacolare quanto efficace. In questo modo il missile a ricerca, ad esempio, si moltiplica fino a diventare un bombardamento a tappeto che lascia poche possibilità al malcapitato di turno di continuare la corsa indenne. Oppure la scossa elettrica diventa un vero e proprio fulmine che cade dal cielo e va a segno qualsiasi sia la posizione del bersaglio. O ancora l'onda d'urto da attacco "fisico" della portata limitata si trasforma in un "tunnel" che colpisce chiunque capiti nel suo raggio d'azione. Ci sono diverse armi, tutte ugualmente valide, e nelle corse più avanzate non è raro passare dal primo all'ultimo posto a due curve dal traguardo perché gli avversari hanno aspettato proprio quel momento per lanciarci contro tutto ciò che avevano in serbo. Si tratta certo di momenti difficili da digerire, specie quando bisogna arrivare fra i primi tre o addirittura primi sul podio per poter sbloccare l'evento successivo: purtroppo gli episodi di frustrazione legati a tali dinamiche sono intrinseci del genere a cui ModNation Racers appartiene, e quindi memorizzare alla perfezione ogni circuito e cercare di gestire al meglio le armi e cosa caldamente consigliata. Abbiamo comunque notato situazioni che potevano invece essere gestite meglio, vedi la presenza di ostacoli che "bloccano" il nostro kart quando vi entriamo in collisione, davvero irritanti.

La creazione secondo United Front Games

Sebbene lo story mode sia abbastanza corposo e impegnativo, è chiaro che gli elementi di spicco del gioco risiedono soprattutto nell'editor e nell'esuberante componente online. Al primo possiamo accedere in qualsiasi momento dal ModSpot, scegliendo se dedicarci alla creazione di nuovi personaggi, nuovi kart o nuovi tracciati. La creazione del personaggio appare fin da subito come quella dotata di maggiori possibilità e sfaccettature, tanto che con un po' di fantasia e impegno è possibile ottenere risultati al di là di ogni previsione (lo testimoniano le stupefacenti creazioni messe a disposizione dalla comunità dei giocatori già ai tempi della beta, vedi i vari Mario Bros piuttosto che Sonic o personaggi di Dragon Ball). Derapate, kart e pupazzi Non è possibile cambiare le dimensioni o le proporzioni del proprio pilota, ma per il resto abbiamo carta bianca: dal colore della pelle (che può anche essere ricoperta da una trama) alla forma di occhi, naso, bocca e orecchie, dai vestiti agli "adesivi", passando per gli accessori, possiamo davvero fare di tutto. Durante la prova abbiamo dedicato qualche minuto all'editor, cercando di creare un sosia di Automan, personaggio protagonista di un vecchio telefilm degli anni '90: capelli biondi con la riga, pelle bianca, vestito blu elettrico a tinta unita corredato da numerose forme geometriche scure a delimitare le fasce muscolari. Il risultato non ci ha soddisfatto in pieno, ma testimonia come sia facile realizzare qualsiasi tipo di personaggio combinando i vari oggetti disponibili e soprattutto gli importantissimi "adesivi". Dedicando a questa pratica tempo e pazienza, non ci sono davvero limiti a ciò che si può ottenere. Diverso è il discorso relativo alla creazione dei kart, la cui forma è subordinata agli oggetti disponibili e non può essere modificata. Il punto non è la quantità di carrozzerie differenti a disposizione, perché ce ne sono davvero tante, quanto il fatto di non poterle modificare per creare qualcosa di realmente unico, se non nelle vernici e nei colori. L'editor per la creazione dei tracciati da questo punto di vista è molto più permissivo: dopo aver selezionato il tipo di scenario fra i quattro possibili, possiamo disegnare il tracciato come più ci piace, senza alcuna limitazione, e poi dedicarci alle modifiche che riguardano la realizzazione di salite e discese, la creazione di montagne e fossati, la distribuzione degli edifici e degli alberi nonché dei "power-up" in pista. Se abbiamo poco tempo e ci interessa principalmente la forma del tracciato, possiamo anche lasciare al gioco la composizione automatica di tutto il resto. Trattandosi di una combinazione di elementi noti, poi, i tracciati possono essere scaricati davvero in pochissimi istanti e ciò rende le sfide estemporanee fra giocatori nel ModSpot un elemento davvero riuscito. Se dunque abbiamo appena creato un tracciato basato sull'abilità in curva e vogliamo utilizzarlo per misurarci con qualcuno, possiamo farlo in piena libertà e senza attendere per via dei tempi di download.

Trofei PlayStation 3

ModNation Racers contiene un totale di ben quarantotto trofei, divisi in questo modo: trentasei di bronzo, otto d'argento, tre d'oro e ovviamente uno di platino. I trofei di bronzo si ottengono completando degli obiettivi molto semplici: la prima gara vinta, il primo personaggio creato, la prima volta che si riempie completamente la barra del boost, ecc. I trofei di bronzo nascosti richiedono un po' più di impegno e ruotano attorno al completamento dei tornei nella modalità carriera. Per quanto concerne i trofei d'argento, possiamo sbloccarli completando la modalità carriera, raccogliendo tutti i gettoni disponibili, vincendo cento gare online e così via. I tre trofei d'oro si ottengono arrivando primi in tutte le gare della modalità carriera, guadagnando 250.000 punti creazione e raggiungendo il livello 30, mentre il trofeo di platino arriva una volta guadagnati tutti gli altri, come sempre.

Tutti insieme appassionatamente

All'interno del ModSpot ci si può incontrare, si può parlare e ci si può sfidare, questo l'abbiamo chiarito. Bisogna però arrivare alla Stazione Gare, e in particolare alla sezione online della stessa, per potersi cimentare (fra le altre cose) con gare multiplayer di tipo casuale o basate sull'esperienza (gare XP). Queste ultime possono essere eventi singoli o serie (tornei, in pratica) per un massimo di dodici giocatori e un minimo di quattro, senza bot. L'organizzazione delle gare appare semplice e immediata, e il punteggio finale (che ci porta a cambiare la classe del nostro personaggio) oltre che sull'ordine di arrivo si basa su fattori quali la velocità, le acrobazie e il combattimento. La presenza della beta del gioco ha portato alla nascita di un gran numero di giocatori davvero abili, che chiaramente nella versione finale di ModNation Racers raccolgono i frutti del proprio "addestramento" e portano a casa i premi più importanti. Sia nella modalità in singolo che nelle gare XP, questi sono costituiti da oggetti che si aggiungono alla nostra collezione e moltiplicano le nostre possibilità di personalizzazione dei personaggi, dei kart e dei tracciati, chiudendo un cerchio basato sempre e comunque sul modding. Derapate, kart e pupazzi Non abbiamo mai notato problemi di lag da quando i server sono online: le gare si sviluppano in modo fluido e avvincente, senza problemi o incertezze che vadano oltre la disconnessione volontaria di un concorrente particolarmente frustrato. In alcune occasioni i server sono cascati, ma si tratta con ogni probabilità di un problema di gioventù, che infatti sembra ripetersi sempre meno di frequente con il passare dei giorni e il "rodaggio" dei sistemi. Quello che invece proprio non ci è piaciuto è l'implementazione della chat vocale. Lo sappiamo che PlayStation 3 è ancora indietro da questo punto di vista, ma in alcuni giochi si erano visti importanti miglioramenti e speravamo che si potesse partire da tali risultati per ottenere ancora di più. Al momento, comunicare con gli altri giocatori comporta un fruscio mostruoso e una qualità della trasmissione scarsa, corredata da ritardi e ritorni. Inoltre la chat ingame è assente. Insieme ai già citati tempi di caricamento, si tratta a conti fatti dell'unica mancanza tecnica di un prodotto davvero curato, caratterizzato da un stile riconoscibile e da soluzioni tecniche azzeccate. Alcuni tracciati presenti nello story mode sono davvero eccezionali e in linea di massima non ci sono piste dal design mediocre, dunque la qualità rimane piuttosto stabile e non è poco. Le musiche svolgono il proprio compito in modo funzionale, pur senza distinguersi, mentre gli effetti appaiono talvolta troppo poco incisivi rispetto a ciò che si verifica sullo schermo.

La versione PSP

Nella sua versione portatile, ModNation Racers chiaramente non offre le stesse cose viste su PS3, anche se i tentativi in tal senso da parte degli sviluppatori sono encomiabili. Lo story mode è praticamente invariato, in primo luogo, e poco importa se le cutscene in real time sono state sostituite da sequenze in CG. Derapate, kart e pupazzi I tracciati sono praticamente gli stessi, anche se la gestione delle armi risulta differente (non c'è la possibilità di potenziarle su più livelli) e il colpo d'occhio è irrimediabilmente più povero, con le dimensioni ridotte del kart a metterci anche in difficoltà durante la gestione delle derapate, rappresentate visivamente in maniera molto meno spettacolare. Dal punto di vista dell'editor, abbiamo ugualmente un gran numero di oggetti e personalizzazioni possibili, anche se sono stati eliminate le pur importanti regolazioni dei dettagli, mentre il ModSpot è stato sostituito da una semplice interfaccia grafica che ci permette di prendere parte alle varie gare o di cimentarci con gli editor. Viste le differenze fra lo stick analogico del Dual Shock 3 e quello in dotazione alla PSP, per forza di cose il feeling di gioco risulta differente e bisogna fare un po' di pratica per ottenere qualche risultato. La semplificazione dei modelli poligonali e una palette di colori generalmente più spenta purtroppo tolgono buona parte del carattere "fumettoso" al prodotto di United Front Games, che in ogni caso si pone come un acquisto tutt'altro che malvagio, divertente e ricco di feature interessanti.
VOTO: 7

ModNation Racers - Videorecensione ModNation Racers - Videorecensione

Dopo aver completato lo story mode e trascorso diverse ore a barcamenarci fra le gare online e i vari editor, possiamo dire senza timore di smentita che ModNation Racers è un gran bel titolo, con tante modalità e un'ottima implementazione dell'elemento online sia dal punto di vista del multiplayer che dal punto di vista della condivisione dei contenuti. Il motore grafico, che nella beta aveva destato più di una perplessità, è stato ottimizzato a dovere e ci offre gare fluide e veloci all'interno di tracciati spettacolari. Il matchmaking funziona a dovere e non abbiamo riscontrato problemi di lag, mentre delude la chat vocale. Il gameplay basato sulle derapate e sulla gestione delle armi risulta immediato e divertente fin dall'inizio, aggiungendo difficoltà in modo graduale e mirato. Peccato per i caricamenti, ma la speranza è che vengano sistemati in fretta con una patch. Se vi piace il genere, non c'è scusa che tenga: da comprare.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Immediato e divertente
  • Personaggi e tracciati virtualmente infiniti
  • Online ben implementato

Contro

  • Caricamenti lunghi e frequenti
  • Chat vocale mediocre
  • Personalizzazione dei kart migliorabile