7.4

Redazione

4.0

Lettori (2)


  • 0
  • 1
  • 3
  • 0

Pirate's TreasureFame di ricchezza 2

Dopo il successo di Minigore, Chillingo torna ad occuparsi di twin-stick shooter con questo Pirate's Treasure.

Fame di ricchezza Pirati e tesoro, un legame indissolubile: lo sa bene GameLab, team di Cracovia che ha scelto proprio questi elementi per dar vita al proprio nuovo sparatutto per iPhone che va ad allargare le fila del genere dei twin-stick shooter, molto in voga sul dispositivo Apple. Parliamo di quei titoli inquadrati da una visuale dall'alto, nei quali si utilizzano due stick virtuali posti agli angoli bassi dello schermo per muovere il personaggio e direzionare il fuoco dell'arma: vediamo dunque se questo Pirate's Treasure svolge bene il proprio compito.

Harrrr!

Gli sviluppatori polacchi non si sono spremuti particolarmente le meningi per quel che concerne la presentazione della propria opera: senza nemmeno un briciolo di accenno a un qualcosa che potesse assomigliare ad una trama, Pirate's Treasure cala semplicemente il giocatore nei panni di un pirata dedito alla raccolta di tesori nello scenario di un'isola dispersa in mezzo al mare. Compito dell'utente sarà dunque quello di affrontare una serie di 50 livelli suddivisi fra sei ambientazioni, uccidendo nemici e collezionando monete d'oro, il tutto cercando ovviamente di non farsi uccidere. Se il gameplay sa effettivamente di "già visto", è nell'esecuzione del tutto che GameLab si è dimostrata più attenta di altri suoi colleghi, fornendo al prodotto una struttura che fornisca un minimo di incentivi e varietà nella progressione. Tanto per cominciare, ogni stage sottostà a specifici obiettivi da soddisfare (eliminare un tot di nemici, ottenere un determinato punteggio, sopravvivere per un certo tempo limite o una combinazione di più fattori), e alla fine dei livelli si viene premiati con delle chiavi indispensabile per sbloccare le sfide successive. Inoltre, le monete d'oro che appaiono casualmente all'interno degli scenari possono essere spese per migliorare quattro distinte caratteristiche del protagonista: velocità di movimento, cadenza di fuoco, fortuna -indispensabile per consentire a qualche power up di venire in soccorso di tanto in tanto- e potenza dell'abilità speciale di trasformazione in kraken, di fatto una sorta di smart bomb attivabile dopo aver ammucchiato un po' di cadaveri. Questa spruzzata di elementi RPG è indubbiamente interessante, peccato che il bilanciamento non lo sia altrettanto, visto che più o meno a metà avventura è verosimile che tutte le proprie statistiche siano già al massimo, levando un po' di interesse alla progressione nel gioco. A livello di gameplay vero e proprio, Pirate's Treasure non aggiunge nulla di davvero nuovo al genere, ma si comporta in maniera egregia, senza prestare il fianco a nessun difetto particolare. Fame di ricchezza Le arene in cui si svolgono gli scontri sono degli spazi chiusi, ma dei preziosi indicatori su schermo informano l'utente sulla presenza di nemici al di fuori del campo visivo, limitando la frustrazione dei fantomatici attacchi alle spalle; inoltre, c'è una buona varietà per quel che riguarda gli avversari, che differiscono per forma, velocità e resistenza ai colpi. Come tutti i twin-stick shooter usciti su iPhone, tuttavia, Pirate's Treasure finisce per divenire ripetitivo a lungo andare: a poco servono i differenti obiettivi e una manciata di scontri coi boss, visto che alla fine della fiera si tratta sempre di muoversi e sparare. Una marcia in più del titolo GameLab è però rappresentata dalla realizzazione tecnica, indubbiamente di buon livello: nonostante la visuale a volo d'uccello sacrifichi un po' la spettacolarità, la grafica vanta modelli poligonali convincenti dotati di buone animazioni, e un sapiente utilizzo dei colori e degli effetti visivi. Il sonoro è anche di discreta fattura, per quanto alla lunga anch'esso finisca un po' per venire a noia, vista la reiterazione di quella manciata di effetti e musiche.

La versione testata è la 1.1
Link AppStore

Pirate's Treasure è sicuramente uno dei twin-stick shooter più validi attualmente disponibili per iPhone, forte di una realizzazione tecnica convincente e di una struttura di gioco che cerca di dare un minimo di profondità ad un genere che tradizionalmente ne ha sempre avuta poca: un tentativo riuscito a metà, visto che le introduzioni di GameLab -pur interessanti- finiscono comunque per essere sopraffatte prima o poi dalla ripetitività tipica di questa categoria ludica. Per la modica cifra di 1,59 Euro, Pirate's Treasure è senz'altro uno sparatutto consigliato agli amanti del genere, un po' meno per tutti gli altri che potrebbero stufarsi molto presto.

Fabio Palmisano

Pro

  • Tecnicamente decisamente valido
  • Più strutturato dei suoi colleghi...

Contro

  • ...ma sempre ripetitivo a lungo andare