8.0

Redazione

7.8

Lettori (5)


  • 4
  • 1
  • 4
  • 3
  • Data di uscita: 2 luglio 2010
  • Piattaforme: wii
  • Tipologia di gioco: Action, Platform

Jett RocketSalti, razzi e robot 8

Su WiiWare arriva Jett Rocket, platform tridimensionale d'altri tempi che merita un'occhiata...

Il Gioco è disponibile per il download sul servizio WiiWare

Fosse uscito 10 anni fa, Jett Rocket avrebbe probabilmente dovuto combattere contro una nutrita schiera di concorrenti diretti, e si sarebbe potuto salvare in virtù della sua realizzazione tecnica, pur non brillando per soluzioni particolarmente innovative in termini di gameplay. Paradossalmente, nel 2010, il gioco di Shin'en può godere di maggiore libertà di movimento e anche di più ampie possibilità di essere apprezzato all'interno del nuovo contesto in cui questo viene proposto, ovvero il digital delivery. Salti, razzi e robot Regione d'incontro tra produzioni a budget contenuto, idee innovative e riproposizioni dal gusto vintage, WiiWare riesce probabilmente a valorizzare al meglio Jett Rocket, un gioco che non ha intenzione di segnare la storia del mercato videoludico ma che svolge più che degnamente il suo dovere: divertire il giocatore per qualche ora con un gameplay ben rodato ed un level design rispettabile, il tutto per un esborso contenuto (1000 Wii Points). Si può obiettare sulla mancanza di caratterizzazione stilistica della grafica, ma bisogna anche riconoscere a questo titolo una qualità, dal punto di vista estetico, raramente vista dentro a questo contesto. D'altra parte, gli elementi stra-noti che permeano il gameplay avrebbero potuto far gridare al plagio diverso tempo fa, ma adesso risultano piacevoli omaggi e tributi al glorioso passato dei platform in 3D, genere che, in purezza, si trova ormai limitato a pochissimi esemplari in questi giorni, almeno per quanto riguarda le produzioni tripla A. E' per questo che, pur non brillando in maniera assoluta in nessun comparto particolare, il nuovo gioco di Shin'en rappresenta comunque un'ottima nuova introduzione all'interno del digital delivery Nintendo, che proprio in quest'ultimo periodo stava attraversando un certo appiattimento contenutistico.

Il combattente verde

La storia messa in scena in Jett Rocket è estremamente semplice, ma comprende anche un messaggio ecologista, sebbene stringato al massimo. Ci sono dei malvagi robot facenti parte del gruppo Power Plant Posse che, per motivi da definire precisamente, hanno deciso di invadere il mondo di Yoroppa costringendo il nostro eroe all'arduo compito di sconfiggerli. Per questo, il protagonista deve viaggiare all'interno delle varie aree in cui sono suddivisi i tre macro-mondi di gioco (non molti, in effetti) raccogliendo pannelli solari e eliminando i nemici, compresi gli istituzionali boss al termine dei livelli. La struttura è quella tipica del platform in 3D, con la possibilità di muovere il personaggio a 360 gradi all'interno dello scenario, colpire i robot scuotendo il Telecomando e ovviamente saltare tra le piattaforme con l'ausilio del jetpack, che prolunga le fasi aeree ma di cui è necessario sempre bilanciare i consumi di carburante. Salti, razzi e robot In mezzo alle suggestioni di cui è farcito il gioco, è chiaro come l'attacco ricordi da vicino quello presente in Super Mario Galaxy mentre il salto con jetpack sia un riferimento molto diretto allo "Splac 3000" di Super Mario Sunshine, tanto per citare un paio di illustri fonti d'ispirazione. Quella che poteva essere una mera accozzaglia di elementi tratti da altri giochi riesce ad amalgamarsi a dovere grazie ad un level design di tutto rispetto, che inserisce la semplice raccolta di oggetti, il tragitto dal punto A al punto B e gli scontri con i boss all'interno di un continuo organico tra classiche fasi di salto calcolato al millimetro e puzzle da risolvere a partire dai pochi elementi presenti sullo schermo. La difficoltà non è alta, così come piuttosto bassa è la quantità dei livelli, ma nella sua scarsa durata Jett Rocket risulta divertente e ben bilanciato, portando i più perfezionisti anche ad esplorare a più riprese le varie zone di gioco alla ricerca di tutti i segreti presenti. La frequente introduzione di elementi diversi nel gameplay, come le corse su vari mezzi all'interno di alcuni livelli, consente inoltre una buona variazione nell'azione di gioco.

Gusto quasi-vintage

Certo se confrontato alle attuali produzioni di alto livello, anche su Wii, la grafica di Jett Rocket stona alquanto rispetto a quello che la console Nintendo può fare, ma contestualizzando il tutto all'interno di WiiWare ci si rende conto di come il gioco spicchi sotto questo aspetto. La sua situazione è in effetti particolare, poiché si nota un certo sforzo da parte di Shin'en nel cercare di rendere il prodotto quanto più piacevole a vedersi, pur muovendosi all'interno delle ristrettezze di budget di un progetto dal profilo non altissimo. Salti, razzi e robot Non è stato scelto uno stile volutamente arcaico o retro-chic, si direbbe, piuttosto un genuino sforzo nel cercare di mettere in scena un mondo tridimensionale quanto più convincente possibile, seppure calato all'interno di un contesto alquanto fumettoso e senza una modellazione poligonale troppo complessa. Si nota, comunque, la cura riposta nella rappresentazione delle texture e di vari effetti grafici come trasparenze, riflessi, fonti di luce che richiamano un po' certi ottimi risultati raggiunti nella generazione scorsa delle console. Una grafica dunque dal sapore vecchio ma non vetusto o di cattivo gusto, pur non utilizzando il gusto vintage delle produzioni più affini alla pixel-art. I colori vivaci, le classiche ambientazioni da platform tridimensionale (mare, montagna innevata, paludi) e i grandi boss di fine livello rendono Jett Rocket un prodotto sempre apprezzabile e attuale, nonostante la semplicità di fondo per quanto riguarda realizzazione tecnica e gameplay. Qualche problema si rileva nella gestione della telecamera, che a volte non inquadra perfettamente l'azione non riuscendo a trovare la giusta angolazione, ma si tratta di momenti piuttosto sporadici, nondimeno fastidiosi. Da parte sua, il comparto audio accompagna l'azione di gioco con la giusta vivacità e la spensieratezza tipica del genere, in maniera adeguata all'ambientazione presente sulla scena. Stilisticamente non si tratta di nulla di sconvolgente, ma è chiaro che tutto il gioco sia stato progettato con in mente il gameplay come elemento fondamentale, supportato da un buon level design, come accade nei prodotti di onesto artigianato videoludico che puntano a divertire più che impressionare.

Non verrà certamente ricordato per la sua originalità o per altri particolari risultati raggiunti in termini di gameplay o realizzazione tecnica, ma Jett Rocket risulta comunque uno dei migliori prodotti usciti negli ultimi mesi su WiiWare. Prendere il controllo del protagonista è come entrare in un abito ben noto, muovendosi in un ambiente che, pur vedendolo la prima volta, ci sembra di conoscere perfettamente. L'appassionato di platform in 3D troverà sicuramente pane per i suoi denti e certo non disdegnerà i numerosi riferimenti ad altri esponenti del genere, ma anche qualsiasi altro giocatore voglioso di azione spensierata, vecchio stile e senza tanti preamboli e svolazzi tecnici saprà ben apprezzare l'immediatezza e il buon level design di questo gioco Shin'en. Certo, è un titolo molto breve e piuttosto semplice, ma per qualche ora saprà comunque farsi godere da tutti.

Giorgio Melani

Pro

  • Immediato e divertente
  • Buona realizzazione tecnica
  • Ottimo level design

Contro

  • Corto e piuttosto facile
  • Qualche problema con la telecamera
  • Alquanto derivativo