7.0

Redazione

1.0

Lettori (1)


  • 2
  • 1
  • 4
  • 1
  • Data di uscita: 1 luglio 2010
  • Piattaforme: iphone
  • Tipologia di gioco: Sparatutto

ArchetypeFPS su iPhone, atto secondo 8

Dopo l'eccellente N.O.V.A. di Gameloft, ecco arrivare su App Store un FPS esclusivamente in multiplayer e con un occhio di riguardo verso il Retina Display di iPhone 4.

Qualche mese fa abbiamo avuto la prova che realizzare un first person shooter di grande qualità per iPhone e iPod Touch è possibile, tanto dal punto di vista tecnico quanto dal punto di vista pratico. Soprassedendo sulla scarsa originalità e sulla trama semplicistica, N.O.V.A. aveva il difetto di non approfondire più di tanto il discorso multiplayer, con deathmatch per soli quattro giocatori all'interno di scenari di dimensioni ridotte. FPS su iPhone, atto secondo È invece esclusivamente sul multiplayer online che si basa Archetype. Sviluppato da MunkyFun, team eclettico che si occupa di videogame anche per PC e console, il gioco non perde che pochi istanti a raccontarci la sua "trama" attraverso un'introduzione animata, per poi presentarci una schermata d'avvio invero bruttina e tradotta malamente in Italiano. Per fortuna si tratta dell'unica parentesi mediocre all'interno di una produzione tecnicamente all'altezza delle aspettative, realizzata peraltro in modo da essere pienamente compatibile con la risoluzione del Retina Display di iPhone 4. Solo multiplayer online, dicevamo, e solo una modalità di gioco (il classico team deathmatch), disponibile però per due squadre composte da cinque elementi, il tutto sia tramite connessione Wi-Fi che 3G (anche se in quest'ultimo caso la qualità dell'esperienza tende a peggiorare).

Natural born killers

La mancanza di uno story mode in singolo, chiariamolo subito, è sicuramente uno dei limiti di Archetype, e va di pari passo con la presenza di un'unica modalità in multiplayer. Il gioco gestisce in modo intuitivo la lista amici e bisogna ammettere che i server funzionano bene, con un matchmaking rapido in cui non si aspetta mai più di un minuto perché la partita inizi (anche se non viene raggiunto il numero massimo di giocatori). Ci sono cinque mappe a disposizione (all'interno della sala d'attesa è anche possibile "votare" per saltare quelle che non ci piacciono), di generose dimensioni; ma si tratta di ambienti chiusi, caratterizzati da scelte cromatiche non sempre felici, a tutto discapito della varietà visiva. FPS su iPhone, atto secondo Si entra a far parte della squadra blu o di quella arancione, quindi si parte all'attacco ed entro un tempo limite bisogna totalizzare il maggior numero possibile di uccisioni. La partita viene vinta dalla squadra con il punteggio maggiore, e ogni giocatore guadagna "gradi" a seconda dell'esperienza acquisita. Il sistema di ranking, però, è purtroppo fine a sé stesso: passare da un livello all'altro non implica alcun guadagno in termini di armi, equipaggiamento o quant'altro. A proposito di armi, Archetype ne vanta una buona selezione che va dalla mitragliatrice standard al fucile a pompa, dal lanciarazzi al mitra leggero, passando per l'immancabile fucile di precisione e addirittura per un'enorme scure. È possibile portarsi dietro due armi contemporaneamente e passare dall'una all'altra tramite la pressione della relativa icona sul touch screen, operazione che si rivela utile specie quando si finiscono le munizioni. Come armi extra sono inoltre disponibili tre granate, il cui pulsante di lancio è però situato in una zona non facilmente raggiungibile (in alto a sinistra dello schermo). Il sistema di controllo utilizza due stick analogici virtuali per muovere il personaggio e il reticolo di mira, mentre il fuoco è impostato di default come automatico: non appena un nemico entra nel nostro mirino, spariamo. È possibile selezionare il fuoco manuale (che si attiva premendo sullo stick destro), ma a conti fatti si tratta di uno svantaggio durante i deathmatch. Tecnicamente il gioco si distingue per l'ottima fluidità e per il design delle armi, abbastanza convincente, mentre perde punti quando vediamo gli altri giocatori muoversi: le animazioni non sono il punto di forza di Archetype. Della qualità degli scenari si è già parlato in precedenza: vantano dimensioni di tutto rispetto e offrono alcune soluzioni simpatiche, ma la scelta dei colori e la varietà non sono i loro punti di forza.

La versione testata è la 1.0.5
Prezzo: 2,39€
Link App Store

Vista la qualità tecnica e l'eccellente matchmaking, Archetype vale senza dubbio i 2,39 euro necessari per l'acquisto del gioco su App Store. I controlli sono ottimi, l'azione è fluida e c'è un buon numero di armi a disposizione, oltretutto bilanciate in modo da non creare vantaggi evidenti durante gli scontri a fuoco. Le partite via Wi-Fi funzionano molto bene e abbiamo sperimentato pochissimi problemi legati al lag, inoltre le squadre da cinque giocatori assicurano battaglie di un certo spessore. Purtroppo la presenza di un'unica modalità rende il tutto piuttosto ripetitivo dopo un po', in particolare si sente la mancanza di uno story mode o quantomeno di un uso del ranking maggiormente mirato alla longevità. Così com'è, il titolo di MunkyFun appare dunque un po' troppo limitato e privo di personalità, ma magari potrà ritagliarsi un suo spazio vista la penuria di FPS per iPhone.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Tecnicamente ottimo
  • Matchmaking veloce
  • Buon numero di armi

Contro

  • Una sola modalità di gioco
  • Sistema di ranking fine a sé stesso
  • Gameplay piuttosto limitato