7.4

Redazione

3.6

Lettori (6)


  • 0
  • 1
  • 1
  • 0

SimCity DeluxeTutta mia la città 4

Dopo un esordio discreto ma non esaltante, SimCity torna su iPhone e iPod Touch in una versione Deluxe che riprende in modo abbastanza fedele il quarto episodio uscito nel 2003 per PC.

Cosa significa esattamente amministrare una città? Con la serie SimCity, sono ormai quasi vent'anni che Maxis ci fornisce la propria interpretazione della cosa, rinnovando di volta in volta scenari, meccaniche e modalità per andare incontro anche ai videogiocatori più esigenti. Il gioco, uno dei manageriali più famosi di sempre, ci vede appunto vestire i panni del sindaco di una città che in pratica va "fondata" e seguita nel corso degli anni, con l'obiettivo di coniugare entrate e uscite nell'interesse dei cittadini. Tutta mia la città Il primo episodio, convertito per iPhone e iPod Touch due anni or sono, da un lato si poneva come un prodotto fresco e interessante, specie visto il contesto mobile; dall'altro soffriva per un sistema di controllo non ottimizzato al meglio. Arriva ora SimCity Deluxe, conversione più o meno fedele di SimCity 4, che ci permette di creare una città da zero definendone le caratteristiche (dimensioni, grado di difficoltà, ecc.) oppure di cimentarci con una serie di scenari preimpostati. Lo scopo del gioco è sempre lo stesso: amministrare in maniera vincente, trovando il giusto equilibrio fra le immancabili richieste della popolazione e i conti a fine mese. Recuperate dal cassetto la fascia tricolore, dunque, e vediamo nel dettaglio cosa ci offre il nuovo titolo EA.

Cinque anni di buon governo, ciccio

Alle modalità di gioco disponibili abbiamo già accennato: da una parte è possibile creare una nuova città dal nulla e seguirne lo sviluppo nel corso delle decadi, dall'altra ci si può misurare con una serie di scenari più o meno complessi, in cui bisogna apportare dei cambiamenti nella gestione dei conti e delle infrastrutture per mettere le cose in ordine. Il tutorial di SimCity Deluxe è purtroppo molto scarno e ci fornisce giusto qualche nozione per cominciare, dunque chi non conosce già la serie Maxis potrebbe trovarsi un po' in difficoltà. La prima città creata vale dunque come "giro di prova" per fare degli esperimenti e capire il significato di ogni singola icona, visto che i comandi sono piuttosto numerosi e non è disponibile un menu contestuale che ne spieghi le funzioni. Prese alcune decisioni circa il grado di difficoltà, le eventuali agevolazioni e le dimensioni dell'assembramento, si parte: in primo luogo va creato un intreccio di strade, in secondo luogo vanno assegnati gli spazi relativi alle aree residenziali, commerciali e industriali, quindi si passa all'allaccio dell'acqua e della linea elettrica, con le relative condutture. Tutta mia la città La parte alta del touch screen presenta le icone che ci permettono di gestire le entrate e le uscite della nostra amministrazione, a destra si trova un indicatore della qualità della vita e in basso i comandi che ci permettono di fermare lo scorrere del tempo oppure farlo avanzare più velocemente. Mentre scorrono i mesi e si alternano le stagioni, sullo schermo scorrono dei sottotitoli in stile "notiziario" che riportano ciò che sta succedendo in città. I cittadini non si sentono sicuri? È il caso di provvedere alla costruzione di una stazione di polizia. Le strade sono piene di buche? Meglio aumentare il budget dedicato alla loro manutenzione. Lo sviluppo industriale è indietro rispetto alle aspettative? Un taglio delle tasse potrebbe incentivarlo. Alla fine dei conti SimCity non ci pone un obiettivo specifico da raggiungere, bensì ci fornisce la più completa libertà di gestione possibile, mettendoci in guardia quando siamo troppo indebitati e fornendoci una serie di consulenti in grado di suggerirci la strategia migliore per risolvere i nostri problemi. Purtroppo i problemi che affliggevano l'esordio della serie su iPhone e iPod Touch non sono stati risolti: a fronte di una realizzazione tecnica di buon livello, che però soffre non poco la gestione di uno scenario bidimensionale sempre più fitto e dettagliato (vedi il rendering degli edifici quando effettuiamo uno zoom), abbiamo infatti un sistema di controllo davvero macchinoso e privo di elasticità, del tutto fuori luogo su un touch screen di ridotte dimensioni. Le magagne si notano fin da subito, purtroppo, e accompagnano le nostre partite minando la qualità dell'esperienza, benché a un certo punto sia possibile farci il callo.

La versione testata è la 1.0.0
Prezzo: 5,49€
Link App Store

Al di là delle inevitabili considerazioni circa l'idoneità di un manageriale di ampio respiro come SimCity Deluxe a un ambito portatile, generalmente propenso ad applicazioni molto più semplici e immediate, bisogna dire che il titolo EA risulta ostico all'inizio ma migliora nettamente col passare del tempo, quando si comincia a comprenderne i punti di forza. Non è un gioco da tirare fuori quando si hanno solo cinque minuti di tempo, è chiaro, ma si pone senz'altro come un prodotto diverso da ciò che solitamente è possibile acquistare su App Store. L'esperienza, dunque, risulta godibile nonostante un prezzo d'acquisto un po' altino e un sistema di controllo per molti versi male adattato al touch screen, spesso impreciso, che ci costringe a fare troppe manovre anche per eseguire le operazioni più semplici. Magari una versione "estesa" per iPad metterà tutti d'accordo.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Grande spessore
  • Un buon numero di scenari
  • Grafica dettagliata e convincente...

Contro

  • ...ma "pesante" e poco ottimizzata
  • Controlli male implementati
  • Musiche ripetitive