Shrek: E Vissero Felici e Contenti - Il GiocoLieto fine oppure no? 

L'ultimo episodio della divertente saga cinematografica targata DreamWorks produce un immancabile tie-in per tutte le piattaforme, dedicato ai giocatori più giovani ma non solo.

Versioni testate: PC e Nintendo Wii

La vita di un orco verde, grosso e scorbutico può trasformarsi in una favola meravigliosa fatta di amore, di affetti familiari e di numerosi amici tutto intorno: lo abbiamo visto nei primi tre lungometraggi animati dedicati a Shrek. Tuttavia anche le belle cose, alla lunga, possono stancare; e nel caso di Shrek, ci si ritrova ad avere nostalgia dei tempi che furono, quando la gente scappava in preda al panico dopo averlo visto e nessuno osava avvicinarsi alla sua palude. Desideri magari transitori ma pericolosi, se c'è qualcuno che può approfittarne: l'astuto stregone Tremotino si offre di far tornare tutto com'era un tempo, seppure solo per un giorno. Lieto fine oppure no? Basta che Shrek firmi il suo contratto, e per qualche ora potrà essere di nuovo l'orco spaventoso e solitario che era prima di conoscere Ciuchino, Fiona e il Gatto con gli stivali. Una tentazione troppo forte per resistere... peccato che dietro ci sia un inganno! Shrek infatti si ritrova sì a essere nuovamente temuto dalla popolazione, ma non è il solo: anche Fiona e tanti altri orchi vengono guardati con disprezzo mentre lottano contro il tiranno che, chissà come, si è insediato sul trono del regno di Molto Molto Lontano. E indovinate chi è questo tiranno? La realtà è stata modificata, dunque, e non solo per qualche ora: Shrek deve conquistare la fiducia dei suoi vecchi amici e del suo amore (che in questa dimensione alternativa non lo riconoscono) per mettere le cose a posto e riguadagnarsi l'ambito "lieto fine". Shrek: E Vissero Felici e Contenti - Il Gioco si presenta fin dalle prime battute come un prodotto pensato per i più giovani, ma che in ogni caso risulta piacevole a prescindere dall'età del giocatore.

I fantastici quattro

Il gameplay si basa sull'uso alternato di quattro differenti personaggi (Shrek, Fiona, Ciuchino e il Gatto con gli stivali), ognuno dotato di capacità peculiari, necessarie anche per risolvere alcuni semplici enigmi. Shrek, ad esempio, è il forzuto del gruppo e in combattimento dà sfoggio di alcune spettacolari tecniche di wrestling, può paralizzare i nemici con un urlo e la sua abilità speciale consiste nel poter spostare enormi casse di legno. Lieto fine oppure no? Fiona è più rapida e combatte utilizzando una spada, riesce a far "suonare" le proprie orecchie per stordire gli avversari e può dar fuoco agli oggetti infiammabili che trova all'interno degli scenari. Ciuchino, probabilmente il più debole nei corpo a corpo, può far scappare i nemici intonando delle canzoni e i suoi calci tornano utili per aprire cancelli, sfondare muri, spostare grossi oggetti o addirittura spingere imbarcazioni improvvisate. Il Gatto con gli stivali infine, si rivela efficace nei combattimenti (anche lui, come Fiona, dispone di una spada), può ricorrere al suo sguardo dolce per intenerire gli avversari e possiede la capacità di arrampicarsi sui muri. Un gruppo bene assortito, insomma, con ogni membro che può essere richiamato all'istante (basta premere una direzione del d-pad o un pulsante apposito sul controller) e dispone non solo di una propria barra della salute, ma anche e soprattutto di un proprio livello di esperienza. Attingendo un po' dalla tradizione degli RPG infatti, gli sviluppatori hanno dotato ogni personaggio della capacità di "salire di livello" a seconda dei punti totalizzati, con chiare ripercussioni su forza e resistenza nonché sulla potenza delle loro abilità speciali: alcuni oggetti possono essere raccolti solo nel momento in cui disponiamo delle capacità necessarie per raggiungerli, altri addirittura richiedono obbligatoriamente la collaborazione di un amico. A questo proposito è necessario aprire una piccola parentesi: Shrek: E Vissero Felici e Contenti - Il Gioco dispone di una modalità multiplayer cooperativa per un massimo di quattro giocatori, certamente interessante e simpatica ma che al contempo rende davvero troppo poco impegnativa un'esperienza già di per sé piuttosto semplice e lineare. Lieto fine oppure no?

Verde è bello

I nostri quattro eroi diventano più potenti man mano che si procede nel gioco dunque, ma l'esperienza non è l'unico elemento da tenere in considerazione. Sparsi all'interno delle location si trovano infatti numerosi forzieri pieni di monete d'oro, monete che fra uno stage e l'altro possiamo spendere per acquistare potenziamenti o armi speciali da usare durante i combattimenti più complicati (sempre che ce ne siano...). Lieto fine oppure no? L'impressione, dunque, è quella di trovarsi di fronte a un tie-in realizzato con una certa cura, che non rivoluziona il genere ma trae ispirazione da alcuni titoli di discreta fattura (ad esempio le varie trasposizioni dedicate a "Le Cronache di Narnia", basate su principi molto simili) e pone l'accento sulla risoluzione di enigmi che implicano il rapido passaggio da un personaggio all'altro, nonché la risoluzione di alcuni piccoli rompicapo. Il sistema di combattimento pur con tutti i suoi limiti, trasmette la necessaria "sensazione di impatto" e risulta dunque abbastanza appagante, anche se lo scarso livello di sfida rovina un po' la bontà di una struttura di contorno fatta di potenziamenti e armi extra. Grafica e sonoro nella versione per PC risultano davvero di ottimo livello: la prima vanta una buona definizione generale, modelli poligonali ben disegnati e animati nonché scenari ricchi di particolari e caratterizzati da un buon uso dei colori, il secondo propone musiche e dialoghi davvero godibili. Il gioco si è rivelato peraltro piuttosto leggero: ci abbiamo giocato alla risoluzione di 1680x1050 pixel, con tutti gli effetti al massimo e la sincronia verticale attivata, senza scendere mai sotto i 60 frame al secondo.

La versione Wii

Sulla console Nintendo, Shrek: E Vissero Felici e Contenti - Il Gioco è praticamente identico alle versioni "maggiori" per quanto concerne la struttura, mentre il gameplay presenta alcune piccole differenze che coinvolgono il sistema di controllo a rilevazione di movimento. Niente di trascendentale, per fortuna: non è necessario agitare il Wii-mote per combattere, ad esempio, ma bisogna farlo solo in alcuni frangenti per ottenere un maggior numero di monete d'oro. Lieto fine oppure no? Se possibile dunque, su Wii il gioco è ancora più facile visto che si riesce a raccogliere denaro più in fretta e di conseguenza i potenziamenti possono essere acquisiti con un po' di anticipo, il tutto a (ulteriore!) discapito della sfida. Il comparto tecnico è chiaramente quello che più soffre del divario tecnico rispetto al PC, ma bisogna dire che Activision anche in questo caso ha fatto un ottimo lavoro: il frame rate non è fluidissimo ma quantomeno risulta stabile, i modelli poligonali sono gli stessi seppure lievemente meno dettagliati e il colpo d'occhio generale è comunque più che buono. Bisogna dire poi che su Wii con ogni probabilità il gioco avrà più chance di trovare il proprio target d'utenza, visto che si pone come un prodotto per molti versi "casual" seppure tutt'altro che tirato via.

Clicca per votare!
7.0

Redazione

6.5

Lettori (14)

Non c'è alcun dubbio circa il target a cui Activision si rivolge con questo Shrek: E Vissero Felici e Contenti - Il Gioco, eppure bisogna dire che dopo le primissime fasi, il gioco comincia a ingranare, le peculiarità dei personaggi tornano utili in modi piuttosto fantasiosi e l'avventura scorre che è un piacere, nonostante la mancanza pressoché totale di sfida. Così come i film di Shrek possono far letteralmente impazzire un bambino e far solo sorridere un adulto, questo tie-in si rivela ben presto un'esperienza piacevole a prescindere dall'età di chi gioca, grazie a un gameplay solido nella sua semplicità e a un'ottima realizzazione tecnica. In conclusione, ci troviamo di fronte a un titolo di buona qualità, ideale per essere regalato al fratellino o al cuginetto ma comunque in grado di divertire in modo spensierato anche un videogiocatore navigato.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Gameplay semplice ma solido
  • Grafica e sonoro di ottimo livello
  • Buon sistema di combattimento...

Contro

  • ...ma il livello di sfida è scarso
  • Si completa nel giro di poche ore
  • Multiplayer mal bilanciato

Requisiti di Sistema PC

  • Configurazione di Prova
  • Processore AMD Phenom X4 9550
  • 4 GB di RAM
  • Scheda video ATI Radeon HD 5830
  • Sistema operativo Windows 7
  • Requisiti Minimi
  • Processore Intel Pentium IV 1.6 GHz (Windows XP) o 2.0 GHz (Windows Vista o 7)
  • 512 MB di RAM (Windows XP), 1 GB di RAM (Windows Vista o 7)
  • Scheda video ATI Radeon 9800 o NVIDIA GeForce FX 5900 o superiore
  • 4 GB di spazio libero su hard disk
  • Sistema operativo Windows XP, Windows Vista o Windows 7
  • Requisiti Consigliati
  • Processore Intel Pentium IV 2.4 GHz, AMD Athlon XP 2500+ o superiore
  • 1 GB di RAM
  • Scheda video ATI Radeon X1600, NVIDIA GeForce 6800 o superiore
  • 7 GB di spazio libero su hard disk
  • Sistema operativo Windows XP, Windows Vista o Windows 7

TI POTREBBE INTERESSARE