Vecchio il gioco, nuova la formula  8

Dopo quattro anni, Tetris torna sulla console a doppio schermo di Nintendo per offrire ai fan un'esperienza basata principalmente sulla componente multigiocatore.

Al suo debutto su DS, avvenuto ormai quattro anni fa, Tetris venne acclamato all'unisono da pubblico e stampa, grazie a un'ottima componente multigiocatore e ad una presentazione in pieno stile Nintendo, fatta di colori sfarzosi, musiche vivaci e livelli a tema. Quest'anno il puzzle game ideato da Alexey Pajitnov ci ha voluto riprovare con una doppia uscita sulle console Nintendo, proponendo agli appassionati una variante abbastanza particolare. Partendo dalle basi dell'omonimo gioco per WiiWare, Tetris Party Deluxe sulla carta avrebbe ampliato pesantemente la modalità multiplayer e l'integrazione a Wi-Fi Connection, differenziandosi da Tetris DS e diventando un vero e proprio party game. Subito dopo aver sviscerato l'altalenante versione per Wii abbiamo deciso di testare anche quella portatile, allo scopo di verificare se sugli scaffali sia effettivamente arrivato un degno successore di Tetris DS.

Un ritorno un po' svogliato

Sulla console portatile di Nintendo, Tetris Party Deluxe tenta di comprimere sui due piccoli schermi le stesse modalità e le stesse opzioni di gioco viste nella versione Wii. Anche i Mii sono stati rimpiazzati da alcuni avatar tra i quali è possibile scegliere e che, in maniera simile alla controparte casalinga, cambieranno espressione in caso di vittoria o sconfitta.

Le modalità disponibili sono parecchie e quasi tutte giocabili sia in singolo che in multiplayer: oltre la tradizionale Maratona, fino a otto amici possono sfidarsi in locale nella divertente opzione Scalatore, in cui costruire una gradinata per permettere a un piccolo personaggio di raggiungere la vetta del livello; non manca nemmeno la più frenetica modalità Bombliss, dove lo scopo è far esplodere una bomba nel livello, o quella intitolata Corridore, in cui guidare un tetramino lungo un percorso ricco di curve e ostacoli da oltrepassare ruotandolo continuamente. Il risultato è ovviamente un'esperienza multigiocatore estremamente ricca e originale, molto più varia rispetto a quella vista in Tetris DS. Tuttavia, proprio come la versione per Wii, Tetris Party Deluxe scivola clamorosamente una volta collegatosi alla Wi-Fi Connection: nonostante le opzioni di gioco siano così numerose e divertenti, online è possibile sfidarsi solo alla maniera tradizionale o nella modalità Duel Space. Come se non bastasse, le due versioni del gioco sono accomunate dalla stessa mancanza di cura e povertà nella presentazione: sia i fondali che le musiche possono essere cambiati prima di ogni match, ma molti di questi sono fin troppo anonimi, e l'impossibilità di generarli casualmente porterà molti a lasciare sempre lo stesso fondale e lo stesso brano. È presente inoltre un'opzione per principianti che fa da contorno al classico tutorial e che permette di giocare con tetramini enormi e dalle forme più semplici. Agli utenti più navigati potrebbe sembrare addirittura un insulto, ma di certo è una gradita aggiunta per i più piccoli. Per quanto riguarda gli avatar, nonostante questi siano ben quindici e non manchino alcuni graditi cameo, non possono essere realizzati da zero: il giocatore può sempre scegliere tra quelli disponibili, ma sembra che gli sviluppatori abbiano perso l'abitudine di inserire quei semplici ma efficaci editor delle icone arrivati con i primi giochi compatibili con Wi-Fi Connection. Sia chiaro, il titolo resta assai divertente e la sensazione di giocare a un vero Tetris è palpabile; ma agli sviluppatori sembra essere mancata la consapevolezza che, per molti giocatori, il ritorno del franchise su console portatili è sempre un piccolo evento, meritevole quindi delle dovute attenzioni.

Multiplayer.it

7.5

Lettori (6)

5.9

Il tuo voto

Già dal titolo, Tetris Party Deluxe prometteva un'esperienza multigiocatore ben più vasta e variegata rispetto a tutti gli altri capitoli usciti finora. Eppure, se questo è assolutamente vero per il gioco in locale, una volta in Wi-Fi Connection non è possibile notare alcuna differenza davvero sostanziale. Il gioco è comunque divertente e in grado di dare parecchie soddisfazioni, ma chi è interessato alle sfide online farebbe meglio a procurarsi il buon vecchio Tetris DS, di certo più ispirato e con una personalità meno piatta. Proprio come la versione per Wii, Tetris Party Deluxe è senza dubbio perfetto quando si è in compagnia di qualche amico in carne e ossa, ma resta il rammarico dovuto all'idea che, con una modalità online più ramificata e una maggiore cura per la presentazione, il nuovo episodio di Tetris sarebbe potuto diventare il migliore mai visto finora su qualsiasi console.

PRO

  • Tetris è tornato su DS
  • Tante modalità tra cui scegliere

CONTRO

  • Online assai limitato
  • Musiche e fondali troppo scialbi